• Sei il visitatore n° 505.651.558
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Giovedì 07 luglio 2011 alle 15:39

I sindaci di Cernusco, Osnago, Montevecchia e Osnago scrivono all’ufficio scolastico. “Classi sovraffollate, oltre i limiti di legge''

Giovanna De Capitani (Cernusco), Paolo Strina (Osnago), Sandro Capra (Montevecchia), Stefano Fumagalli (Lomagna)

"I tagli nella scuola cominciano ad avere ricadute sul territorio"
. È il commento carico di amarezza e di preoccupazione di Paolo Strina, presidente dell'assemblea dei sindaci del meratese, che ha "mappato" la situazione delle scuole a seguito della comunicazione dell'ufficio scolastico territoriale di Lecco di non istituire la settima sezione delle classi prime della scuola media di Moscoro. Così facendo le classi avranno una consistenza superiore alla media, con l'ingresso di sei alunni con disabilità grave o media le classi sarebbero da 26 o 27 alunni ed in ognuna vi sarebbe la presenza di un disabile. Considerando che la normativa prevede che nelle classi con presenza di alunni disabili il numero di studenti sia di norma di 20 alunni, si può ben comprendere la situazione di criticità in cui si trova la scuola locale.
Per questa ragione i sindaci di Cernusco, Lomagna, Montevecchia e Osnago hanno inviato una lettera all'ufficio scolastico territoriale per chiedere di rivedere la decisione che ha cassato la settima sezione ed evitare così il rischio di sovraffollamenti i cui riflessi andrebbero a riversarsi anche sull'andamento scolastico e sulla produttività.
Non si tratta dell'unico episodio che va caratterizzando la formazione degli organici per il prossimo anno scolastico: alla Scuola Elementare di Osnago è stato negato il tempo pieno richiesto per le due prime, all'Istituto Comprensivo di Robbiate (cui afferiscono gli alunni di Robbiate, Paderno, Imbersago e i due Verderio), i sindaci e il dirigente scolastico hanno da tempo scritto all'Ufficio Territoriale segnalando che a fronte di 54 alunni iscritti alla prima Media e in presenza di un alunno con disabilità molto grave la ventilata formazione di due classi non rispetterebbe i parametri di legge.
"E' di questo periodo la notizia del rischio di chiusura degli uffici delegati sul territorio della direzione scolastica regionale (gli ex Provveditorati agli Studi): dovrebbero essere tagliati Lecco, Sondrio e Lodi"
ha concluso Paolo Strina "Purtroppo i tagli colpiscono sempre in periferia e mai al centro. Così facendo la scuola e tutto il suo organico sono in grande difficoltà". E a rimetterci c'è il rischio reale che siano gli studenti.

LA LETTERA INVIATA DAI SINDACI DI CERNUSCO, OSNAGO, MONTEVECCHIA E LOMAGNA ALL'UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE

Oggetto: Dotazione richieste in organico
Con nota del 23/05/2011 il Dirigente Scolastico dell'ICS di Cernusco Lombardone (scuola consortile che raggruppa i comuni di Cernusco Lombardone, Lomagna, Montevecchia e Osnago) ci ha segnalato che le riduzioni di organico che si attueranno nel l'anno scolastico 2011-12 complicheranno l'organizzazione della attività scolastica per le prime classi della Scuola Secondaria di Primo grado: non è stata infatti accolta la richiesta di formazione di 7 classi prime lasciando l'assegnazione a sei classi.
La informiamo che presso l'Istituto sono attive da alcuni anni sezioni di Scuola potenziata, dove vengono iscritti (come da accordi di programma vigenti) anche alunni non provenienti dai 4 comuni componenti il Consorzio, alleggerendo così la situazione di altre scuole del distretto.
Le segnaliamo che per il prossimo anno scolastico è prevista l'iscrizione alla classe prima della scuola potenziata di due alunni uno dei quali proveniente da altro Istituto; sono inoltre iscritti alla classe prima altri 4 studenti con disabilità media.
Considerato che ad oggi gli iscritti alle prime classi sono 155 e che probabilmente arriveremo a un numero definitivo di 160 (ripetenti e nuovi arrivi), ogni classe prima sarà composta da 26/27 alunni e in ognuna di esse sarà inserito un alunno con disabilità grave o media (l'art. 5 comma 2 del DPR 81/2009 prevede che le classi con inseriti alunni con disabilità siano costituite di norma da non più di 20 studenti).
Vorremmo sottolineare come la scelta operata dalle quattro amministrazioni locali di istituire una scuola consortile ha consentito in tutti questi anni di attuare una razionalizzazione delle risorse, permettendo così anche negli anni scorsi di formare classi con una consistenza superiore alla media nazionale.
Purtroppo vediamo che questo comportamento virtuoso non viene tenuto in considerazione nelle modalità di assegnazione dell'organico.
Proprio per queste motivazioni chiediamo sia rivista l'assegnazione di 6 classi prime, portandole a 7 come da originaria richiesta fatta dal Dirigente Scolastico.
Fiduciosi che le nostre richieste siano favorevolmente accolte, restiamo in attesa di un vostro riscontro e vi salutiamo cordialmente.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco