• Sei il visitatore n° 495.669.893
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Sabato 24 luglio 2021 alle 18:27

Santa Maria: il 24 luglio il tenore Di Stefano avrebbe compiuto 100 anni. Il ricordo

Questa mattina l'amministrazione di Santa Maria Hoè ha commemorato il centenario della nascita di uno dei più grandi tenori di tutti i tempi, Giuseppe Di Stefano. Nato a Motta Sant'Anastasia, in Sicilia, il 24 luglio del 1921, il tenore, ha poi trascorso 22 anni della sua vita a Santa Maria Hoè, precisamente dal 1986 al 2008, anno della sua morte. 

Il sindaco di Santa Maria nei pressi della tomba del tenore Di Stefano



L'amministrazione lo ha ricordato oggi, nel giorno in cui avrebbe compiuto cento anni, con il gesto di posare dei fiori sulla sua tomba e poi aderendo al "Festival Lirico dei Teatri di Pietra", che prenderà il via questa sera in Sicilia, e proseguirà nei diversi teatri della regione per un mese, proprio in suo tributo. 
Il sindaco, Efrem Brambilla, ne serba un ricordo particolare. Di Stefano,era solito frequentare la sua casa in frazione Sancina e trattenersi a chiacchierare con il padre e con il nonno per diverse ore. "Con mio papà, un pittore di professione, aveva collaborato alcune volte quindi succedeva spesso che rimanesse con noi a cenare, e anche con mio nonno aveva un bellissimo rapporto. Insomma, io lo ricordo come una persona di casa" ha detto Brambilla. Si è distinto oltre che per la sue abilità canore anche per la sua personalità, ha raccontato il primo cittadino, "Lo ricordiamo come un bel personaggio, sempre con il cappello e il sigaro in bocca, e appena arrivava fuori casa si metteva a suonare il clacson" ha detto in un misto di allegria e nostalgia, "era molto apprezzato in paese. Gli piaceva conoscere le persone e sono certo che in molti lo ricorderanno proprio nello stesso modo in cui lo ricordo io". Senz'altro nessuno dimenticherà i suoi vocalizzi, che faceva per "riscaldare" la voce, che con la finestra della sua camera aperta echeggiavano nella vallata sottostante regalando gioia per le orecchie agli abitanti di Santa Maria. 

Di Stefano con il suo inseparabile sigaro


Questa settimana, nel cimitero di Santa Maria, dove è stato sepolto, sono accorse tantissime persone da ogni parte di Italia per recargli un saluto. Motivo per cui, ha dichiarato il sindaco, "Si sta lavorando per preparare una serie di eventi, che verranno presentati nei prossimi mesi e agli inizi del prossimo anno che vadano al di là della sola iniziativa culturale, che è certo molto apprezzata, ma in questo caso vogliamo fare qualcosa che lasci un segno e che continui a lasciare vivo il ricordo di Giuseppe di Stefano a lungo" ha detto Brambilla menzionando anche il gesto passato dell'amministrazione di intitolare al tenore la via in cui viveva.
F.Fu.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco