Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 415.847.880
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 19 luglio 2021 alle 19:20

Il G8 di Genova e il ministro Castelli: per non dimenticare

Con la sentenza della Cedu si chiude definitivamente la vicenda giudiziaria di Bolzaneto. I condannati hanno visto respingere i ricorsi ma molti si sono salvati con la prescrizione, quella che la ministra Cartabia vorrebbe reintrodurre con tempi brevi che finirà per salvare altri presunti responsabili di disastri come la strage di Genova del ponte Morandi.
G8: CASTELLI, PROCESSO BOLZANETO ESEMPIO DI UN MONDO ALLA ROVESCIA

Genova, 13 ott. 2005 (Adnkronos) - Il processo alle forze dell’ordine per i fatti avvenuti nella caserma di Genova-Bolzaneto durante il G8 è “un esempio di come il mondo vada a rovescio”. E’ parere espresso oggi dal ministro di Grazia e Giustizia Roberto Castelli a margine della sua visita al Salone Nautico di Genova. ”In quei giorni - ha spiegato il ministro - la città è stata devastata e i genovesi lo ricordano bene, come lo ricordo bene io, che in quella occasione ero a Genova. Nessun colpevole è stato trovato. In compenso si cercano colpevoli tra coloro i quali hanno cercato di impedire la devastazione”.


L'inferno di Bolzaneto. I pm: "Eravamo increduli: in un luogo democratico davvero è successo tutto questo?"



(Sca/Gs/Adnkronos)

.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco