Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 405.954.473
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 29/07/2021
Merate: 18 µg/mc
Lecco: v. Amendoa: 14 µg/mc
Lecco: v. Sora: 18 µg/mc
Valmadrera: 13 µg/mc

Scritto Sabato 17 luglio 2021 alle 12:02

Osnago: anfiteatro riqualificato dai ragazzi con Util'Estate, in collaborazione con BNI

Bilancio positivo per il progetto di Util'Estate di Osnago. Nel pomeriggio di venerdì 16 luglio l'atto conclusivo dopo quindici giorni di lavoro per una decina di adolescenti. Una cerimonia corale che ha visto riuniti nell'anfiteatro del parco urbano di via Matteotti gli stessi ragazzi dai 15 ai 19 anni coinvolti nell'esperienza, l'amministrazione comunale, la cooperativa "La Grande Casa" e gli artigiani e imprenditori di Capitolo BNI Merate.

CLICCA SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRE

Se la parte educativa gestita da una coop, su mandato di Retesalute e in accordo con il Comune, è il fulcro di ogni progetto di Util'Estate (quest'anno ne sono stati attivati 11), la proposta osnaghese ha avuto come tratto distintivo la collaborazione con realtà private del territorio che hanno portato materie prime, risorse umane specializzate in vari campi e quindi tanta buona volontà. Grazie all'operosità di tutti le balze hanno cambiato faccia nel giro di due settimane. I rovi sono stati estirpati e sono stati immessi nuovi arbusti e piante aromatiche. Un aspetto reso ancora più ordinato dalle reti di contenimento, dalla ghiaia nei percorsi di camminamento e altre opere di finitura. L'occhio cade sul primo gradone dell'anfiteatro dove le assi di legno marcite sono state sostituite da nuovi listelli lignei di colore più chiaro. Le piantine saranno innaffiate automaticamente da un sistema di irrigazione a gocciolatoio. È stato poi implementato l'impianto di illuminazione. Un bene pubblico che torna a splendere.

 

Prima e dopo

 

"Spero che non sia la fine di una collaborazione con BNI, ma solo l'inizio di una serie di iniziative che come questa lasciano un segno positivo per il paese e lasciano traccia nel cuore dei ragazzi" ha commentato per prima la vice sindaca Maria Grazia Caglio. Un messaggio ribadito anche dall'assessore ai servizi sociali Antonella Rampichini, che ha posto l'accento sull'importanza di perseguire delle politiche giovanili che valorizzino le nuove generazioni. L'attività di Util'Estate è stata "un'esperienza umana per i ragazzi che ha rafforzato il substrato di comunità".

Prima e dopo

Ha fatto fatica a contenere l'emozione Gianni Di Vito, coordinatore delle attività di Util'Estate del Meratese: "Mettere insieme il sociale e il profit è il valore aggiunto per la comunità. Non so quanti di questi ragazzi saranno falegnami, elettricisti o giardinieri, ma resterà per loro un'esperienza importante e questo posto sarà avvertito come un luogo da proteggere e da sentire nostro". L'educatrice Laura Magni ha seguito passo dopo passo i ragazzi. Ha riconosciuto: "Stare insieme nelle differenze non è sempre facile. Questa esperienza ha aiutato i ragazzi anche in questo. Alcuni di loro hanno scoperto delle passioni che non pensavano di avere".

 

A nome di tutti gli iscritti al progetto, il giovane Carlo Fumagalli si è mostrato soddisfatto per il lavoro svolto e anche un po' emozionato per l'attenzione posta da tutti durante la serata di restituzione. Ha auspicato che i residenti possano apprezzare il risultato ottenuto.
Roberta Brioschi, di BNI Lombardia Nord, ha presentato il movimento Business Voices, che supporta progetti in favore delle scuole e dell'educazione dei ragazzi, in un periodo in cui è difficile trovare spazi peculiari nel mondo del lavoro.

Galleria immagini (clicca su un'immagine per aprire l'intera galleria):

Grato ai giovani partecipanti è stato Giovanni Ingala, uno tra gli imprenditori più attivi nella quindici-giorni osnaghese: "Questi ragazzi ci ha stimolato e fatto rivivere emozioni che pensavamo di aver dimenticato" ha dichiarato. Infine l'assessore Felice Rocca che pure si è sporcato le mani insieme ai ragazzi e in principio ha favorito la nascita della collaborazione con BNI Merate. Ha fatto presente che alle piantine è stato associato un cartello esplicativo che illustra le caratteristiche principali dell'essenza, in modo da formare un percorso didattico che potrà essere sfruttato dai bambini delle vicine scuole elementari di Osnago. È seguito un aperitivo alla mensa scolastica offerto da BNI in cui sono state mostrate su uno schermo le fotografie che testimoniano le varie fasi di lavoro da parte dei giovani coinvolti nel progetto.

M.P.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco