• Sei il visitatore n° 506.725.266
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Martedì 06 luglio 2021 alle 10:21

Chiusura Osnago

In merito alle scelte scellerate, suggerirei alle amministrazioni locali di dare uno sguardo ad un ciclo di affreschi di Ambrogio Lorenzetti (metà XIV sec.) custodito nel Palazzo Pubblico di Siena, una città che esemplifica al massimo il concetto di Comune nato in terra italica nel Medioevo: "Allegoria del buon e cattivo governo ed effetti sulla città". Ebbene, noi che in passato siamo stati da esempio a tutta Europa nella costituzione di un modello di Polis "nostrana", dovremmo rivendicare quella trinità perfetta che ha creato e mantenuto i comuni nei loro servizi ed identità, composta dal Duomo (chiesa), Broletto (municipio) e mercato (insieme delle attività e servizi, soprattutto posti in edifici che hanno creato il tessuto urbano). Se vengono a mancare questi presupposti, non si ha più la città! E il mercato (nella sua accezione più completa) rappresenta sia i servizi che la vita sociale e culturale della comunità. Vedrete cosa accadrà quando non transiterà per le strade neppure un cane... negozi e imprese chiuse, tra l'altro un'ennesima mazzata dopo le conseguenze del Co-Vid. Chi finanzierà attività anche culturali? Chi restaurerà gli immobili nei centri storici? Come faranno i nostri borghi a sopravvivere a quelle mega realtà commerciali che voi avete favorito sulle strade extraurbane svuotando i centri? Nei piccoli paesi, la viabilità e l'accessibilità è sopravvivenza, anzi, vita delle stesse comunità. Osnago, come Paderno, Verderio, Lomagna, ecc., non ha un centro storico come Milano o Bergamo, non si possono adottare le medesime soluzioni: occorre INTELLIGENZA! E ascoltare le persone, prima quelle che ci lavorano e risiedono, poi chi sta a 3 km dal centro...
Andrea
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco