• Sei il visitatore n° 476.428.443
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Domenica 04 luglio 2021 alle 08:03

Airuno: le 'Esplorazioni' di Liberi Sogni a cascina Rapello tra inclusione e socialità

Non poteva essere che una giornata all’insegna della natura la conclusione del progetto “Esplorazioni”, portato avanti nel corso dell’anno scolastico dalla cooperativa sociale Liberi Sogni. Il frutto del lungo lavoro è stato racchiuso in una mostra, allestita presso una yurta - abitazione tipica del popolo mongolo - nel verde attorno a Cascina Rapello, casolare del ‘700 situato ad Aizurro di Airuno acquistata dalla cooperativa, nell’ottica di diventarne la sede.

Partiti di buona lena dalla stazione di Airuno, i ragazzi che durante queste tre settimane appena trascorse hanno frequentato il centro estivo hanno rivissuto le tappe principali del loro percorso, accompagnati dall’educatrice Beatrice e dai genitori. Seguendo i sentieri tra i boschi sono arrivati proprio alla cascina, dove hanno potuto rivivere le emozioni attraverso foto e lavoretti. Posta al centro della yurta c’era una grande cartina di Airuno, realizzata dai ragazzi che hanno lavorato guardando al paese e alla sua storia con un’ottica quanto più inclusiva possibile. Nel corso dell’anno e durante le settimane di camp si sono lanciati alla scoperta del territorio e della natura, “ritornando alla terra” e esplorando mondi nuovi, come quello delle piante e degli animali.
Galleria immagini (clicca su un'immagine per aprire l'intera galleria):

Un altro tema su cui si sono focalizzati è stato quella delle sostenibilità, non solo da un punto di vista ambientale ma anche delle relazioni: “Proponiamo una logica che sia eco-centrica, e non più antropocentrica, basata sull’inclusione e sull’assenza di giudizi” hanno detto gli educatori, spiegando che molto spesso le difficoltà che qualche bambino riscontra a scuola viene meno nel corso delle attività outdoor, dove ciascuno è un valore aggiunto.

I bimbi hanno mostrato con orgoglio i frutti del progetto, come la casa sull’albero realizzata dai partecipanti al camp immersivo. Un momento è stato dedicato anche alla raccolta delle verdure dell’orto sociale - nella valenza di “società” - a cui possono attingere tutti, grandi e piccini e che viene seguito da un agro educatore fin dalla sua creazione.
Per Cascina Rapello, oggi dismessa, Liberi Sogni ha in mente tanti progetti: una parte del piano terra dovrebbe diventare la sede della cooperativa, dotata di una cucina attrezzata. Al piano superiore si vorrebbero sistemare delle camere, mentre il grande fienile sarebbe il luogo ideale per ospitare un’aula di formazione. Nel corso di queste settimane di camp i bimbi hanno fatto anche conoscenza con le quattro splendide asinelle che vivono accanto al casolare, e che danno un valore aggiunto a quello che, davvero, è “l’immaginazione e la pratica di mondi possibili”.


Durante la mattinata i ragazzi hanno ricevuto la visita del sindaco di Airuno e dell’assessore Claudio Rossi, che hanno esplorato la mostra, lasciando anche un pensiero speciale.
Per saperne di più su Cascina Rapello e per fare una donazione per il progetto, clicca qui.
G.Co.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco