• Sei il visitatore n° 495.867.927
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Giovedì 01 luglio 2021 alle 12:00

Airuno: in cc si discute di TARI, altri 30.000 euro per il parcheggio di v. Postale Vecchia

Un consiglio comunale senza particolari colpi di scena quello tenutosi ad Airuno nella serata di mercoledì 30 giugno, apertosi con le comunicazioni del primo cittadino Alessandro Milani. La parola è passata poi ad Adriana Rossi, vicesindaco, che ha presentato la ratifica alla prima variazione al bilancio, adottata in via d’urgenza dalla giunta. Tra le maggiori spese - finanziate tutte dalle minori uscite - risultano 4.000 euro per la sostituzione della caldaia alla Primaria, 5.700 euro in pagamento dell’IVA, 1.000 euro per l’incarico legale per la ‘pratica Gilardi’. Le minori spese con cui il bilancio andrà in pareggio sono invece quelle relative all’assunzione del dipendente in anagrafe, che entrerà in servizio solo dal primo luglio - più tardi rispetto a quanto preventivato - e i 6.000 sulla Polizia locale.



“Per quanto riguarda invece la parte capitale, abbiamo usato l’avanzo per finanziare l’acquisto di attrezzature per il taglio del verde per 3.500 euro. 1.200 euro andranno invece per gli espropri di tre utenti, mentre 30.000 di contributo regionale saranno destinati alla realizzazione dei parcheggi in via Postale vecchia, in aggiunta ai 50.000 già stanziati” ha concluso Adriana Rossi.


Il sindaco Alessandro Milani, la segretaria comunale dottoressa Francesca Zotti e l'assessore Claudio Rossi

La rappresentante della minoranza Adele Gatti, proprio a proposito del parcheggio, ha domandato qualche chiarimento. Le è stato risposto che saranno realizzati 14 stalli e che si tratta di un primo lotto di lavori che vedrà la sistemazione della salita d’ingresso, che presenta una pendenza fuori norma. “Il progetto vero e proprio è molto più oneroso e vede anche la realizzazione di un’area per la ginnastica, che cercheremo di finanziare partecipando ad altri bandi e ottenendo contributi” ha spiegato Claudio Rossi, assessore con delega alle opere pubbliche. L'apposita delibera è stata votata con il favore di maggioranza e minoranza, rappresentata da Adele Gatti e Francesco Galli.
Il terzo punto all’ordine del giorno, strettamente collegato al successivo, ha riguardato un tema che ha più volte fatto discutere i due gruppi. La vicesindaca Rossi ha infatti presentato il nuovo regolamento TARI, elencando le principali novità, mentre Gatti ha preso la parola per recriminare il mancato coinvolgimento dell'opposizione, se non una volta che l’adeguamento era stato fatto. Ribadendo di nuovo la preoccupazione per la ricaduta dell’aumento dei costi sulle utenze domestiche, ha annunciato l’astensione del gruppo “Progetto Comune”.


La vicesindaca Adriana Rossi

Passando poi al piano finanziario del servizio di gestione dei rifiuti e all’approvazione delle tariffe, Adriana Rossi ha spiegato che sulla ripartizione delle spese non è cambiato nulla, e che l’applicazione della modalità di calcolo non è stata imposta dal Comune ma da enti superiori, ancora incerti su come attuarla. “La normativa introduce una novità sulle utenze non domestiche, che avranno la possibilità di pagare solo la parte fissa, ma sarà difficile controllare che l’effettivo conferimento avvenga in maniera corretta” ha puntualizzato, ricordando che l’amministrazione Milani ha scelto l’opzione meno impattante, senza applicare modifiche alle utenze domestiche. A questo si aggiunge il fatto che Airuno ha ricevuto 21.000 euro di contributi dallo stato, e se la cifra non sarà sufficiente per coprire gli aumenti sarà utilizzata una parte dell’avanzo del ‘fondone’ per aiutare le aziende costrette a chiusure obbligate o che hanno avuto vendite inferiori rispetto all’anno precedente. Le due rate della TARI scadranno a fine ottobre e a fine dicembre, rispettivamente. Dopo un breve "battibecco" sulle simulazioni messe in campo dalla maggioranza per l’applicazione delle tariffe, il capitolo è stato votato con l’astensione della minoranza.


I rappresentanti della minoranza Adele Gatti e Francesco Galli

A chiudere il consiglio è stata un’indicazione data dal sindaco in merito alla tumulazione di ceneri in un loculo del cimitero, dovuta al fatto che è pervenuta un’istanza per un’inumazione in campo comunale. Dopo una domanda presentata ad ATS e un sopralluogo dell’ufficio tecnico, l'amministrazione ha dato il via libera per disporre le ceneri in uno spazio che non ha le misure standard. La voce è stata approvata all’unanimità, decretando così la fine della riunione.
G.Co.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco