• Sei il visitatore n° 505.940.104
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 14 giugno 2021 alle 13:03

Osnago: i bimbi fanno un BioBlitz al Parco Urbano per scoprire gli insetti impollinatori

BioBlitz Lombardia” – iniziativa promossa da AREA parchi di Regione Lombardia – è approdata anche a Osnago, precisamente nei pressi del parco urbano del paese dove una quindicina di bambini, dell’asilo e delle elementari, hanno passato una domenica pomeriggio a ricercare e classificare gli insetti impollinatori presenti nell’area, accompagnati dai preziosi insegnamenti di Domenico Boccia, guida ambientale del parco di Montevecchia e del Curone.

“Questo pomeriggio parleremo di natura e ambiente – ha spiegato Boccia ai bimbi – e impareremo come ci si rapporta con essi”. Prima di cominciare l’attività, la guida ha spiegato brevemente in che cosa consiste un Bioblitz, “diventerete per un pomeriggio degli esperti della biodiversità, e dovrete cercare di individuare e classificare il maggior numero di insetti che riusciremo a trovare”.


Domenico Boccia, guida ambientale del Parco del Curone



Bioblitz, realizzato in tutti i Parchi e le aree protette della Lombardia, supporta il progetto “life4pollinator”, e prevede che tutte le osservazioni di flora e fauna raccolte vengano poi caricate sull’applicazione “Inaturalist”, una community di naturalisti, biologi, cittadini scienziati o semplici appassionati di biodiversità di tutto il mondo che aiuta a conoscere le specie “registrate” sul portale e a monitorare la biodiversità nelle varie aree della Regione.


Valentina Pavan, educatrice ambientale

Domenico Boccia ha fatto sedere i bambini in cerchio attorno a lui e – supportato dall’educatrice ambientalista Valentina Pavan e dalle due volontarie del servizio civile, Vittoria Romagnano e Denise Cirello – e li ha guidati alla scoperta della complessa macchina della natura rendendoli partecipi attraverso giochi e ragionamenti. Una prima parte più teorica, che ha visto il susseguirsi di domande quali, “sapete da dove arriva lo zucchero? E conoscete le funzioni delle foglie?” ha preceduto quella più divertente, in cui i piccoli si sono cimentati nella realizzazione di un “fiore artificiale”, ovvero un piattino giallo con all’interno una sostanza dolcissima, un mix di coca cola e zucchero. “Oggi cercheremo di invitare gli insetti a visitare il nostro fiore” ha spiegato ai bimbi, chiedendogli di posizionare il piattino in un punto soleggiato del parco. Nell’attesa che qualche insetto cascasse nel “tranello”, i bambini hanno compilato delle schede, come dei veri scienziati, e ne hanno osservate delle altre per capire quali insetti avrebbero potuto incontrare e come catalogarli.

Galleria immagini (clicca su un'immagine per aprire l'intera galleria):



Denise Cirello e Vittoria Romagnano

Il primo Blitz ai fiori artificiali non ha soddisfatto le aspettative dei piccoli naturalisti che, delusi per aver incontrato solo qualche formica nei loro piattini, si sono messi in cammino con Boccia alla scoperta del parco, “dobbiamo comportarci come se fossimo insetti – ha detto – annusiamo il profumo dei fiori e osserviamo, senza danneggiare la natura”. Ed ecco che i primi insetti hanno iniziato a spuntare: farfalle, coccinelle, api e vespe. I bambini entusiasti hanno “crocettato” sulle loro schede la categoria degli insetti trovati mentre Boccia ha provveduto a caricare le osservazioni rinvenute sul portale “Inaturalist”.
L’attività, conclusasi intorno alle 17 con il ritorno dei piccoli nel luogo della partenza, ha visto la presenza del sindaco, Paolo Brivio, e degli assessori alla Cultura, Caglio Maria Grazia, e all’Istruzione, Tullia Ascari.
F.Fu.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco