Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 398.697.168
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 03/06/2021
Merate: 26 µg/mc
Lecco: v. Amendoa: 19 µg/mc
Lecco: v. Sora: 12 µg/mc
Valmadrera: 17 µg/mc

Scritto Giovedì 10 giugno 2021 alle 09:06

Cavalcavia di Osnago facile a parole ma guardiamo i fatti

Leggo l'ennesima serie di mail sul cavalcavia ferroviario e mi chiedo se il problema sia il "disastro" paventato da alcuni o il disagio ormai diffuso, forse complice la pandemia.

È stato detto, ridetto e chiarito che:

- la progettazione dell'intervento è stata effettuata attraverso un confronto tra Regione, Provincia, Comune e Ferrovie

- l'intervento era urgente per ragioni di sicurezza e poter consentire la regolare ripresa del passaggio dei mezzi ed è stato finanziato da Regione e Comune

- le nuove norme sui sistemi di protezione impongono il tipo di guard-rail molto invasivo che è stato posato

- le corsie per i mezzi a motore hanno una larghezza minima per consentirne il passaggio e non potevano essere ulteriormente ristrette

- non c'era alcuna possibilità di allargare il manufatto del cavalcavia esistente e la sola opzione alternativa era di costruirne uno ciclopedonale in adiacenza del costo di qualche centinaio di migliaia di euro

- la realizzazione di tale opera dovrebbe seguire tutto l'iter approvativo e burocratico che durerebbe sicuramente anni

Visto che è facile limitarsi a indicare ciò che non piace attendo che qualcuno, oltre a lamentarsi e a ripetere che così non va bene, scriva indicazioni precise circa le tempistiche, la progettazione e le modalità di ricerca delle risorse finanziarie per realizzare quest'opera aggiuntiva, oppure una diversa ipotesi di gestione nel rispetto delle norme del manufatto esistente.

Scusate lo sfogo ma non sopporto più la lamentosità e la rabbia diffusa a piene mani contro tutto e tutti.

 

Giovanni
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco