Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 413.143.587
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Martedì 08 giugno 2021 alle 09:42

Robbiate: cinque professori del Comprensivo salutano gli studenti e vanno in pensione


Subirà un ricambio generazionale la scuola secondaria di primo grado "Alessandro Volta" di Robbiate. Cinque in tutto i professori che, con più di trent'anni di insegnamento alle spalle, lasciano l'Istituto nelle mani di giovani pronti a cimentarsi nel duro, ma anche ricco di soddisfazioni, mestiere dell'insegnante. Antonietta Volpato (inglese), Federica Comini (matematica), Rosa Brambati (matematica), Sebastiano Puleo (educazione tecnica) e Patrizia Borgna (educazione fisica), salutano di cuore i loro ragazzi, e confessano "ci mancheranno". Bisogna dirlo, educare i ragazzi e accompagnarli nel lungo tragitto della crescita non è certo facile, ma non si possono nascondere le soddisfazioni che il lavoro regala. È proprio questo infatti il messaggio che i cinque professori hanno voluto lasciare, "Non possiamo fingere di non essere felici di andare in pensione, ma siamo anche molto dispiaciuti di lasciare i nostri ragazzi, dopo aver passato un lungo periodo con loro, averli visti crescere...Li abbiamo incontrati bambini e visti uscire adulti, e abbiamo attraversato con loro tutti problemi che scaturiscono con l'adolescenza". I professori hanno chiuso il loro ultimo anno di insegnamento con un'esperienza in più nel bagaglio, la DAD, che ha creato non pochi problemi, "non può sostituire il rapporto con i ragazzi, e le lezioni in presenza. Anche per loro è stato davvero difficile, solo con quest'ultima parte dell'anno le cose sono sembrate andare un po' meglio". Ad averne risentito parecchio è stata soprattutto la professoressa di educazione fisica, "Come si fa a far fare ai ragazzi una materia pratica, che richiede movimento, davanti a un pc?" - si è domandata Patrizia Borgna che per ovviare al problema, durante l'anno, ha preparato filmati e schede con esercizi pratici da far svolgere ai ragazzi a casa e che poi, uno ad uno, le restituivano. Insomma, "è stato davvero difficile - confessa - ma i ragazzi son stati bravissimi, e ho compreso a pieno il loro bisogno di uscire, di muoversi e di sfogarsi".

La nostalgia per la parte burocratica che la scuola comporta, però, non ci sarà. "Non ci mancheranno per niente i consigli di classe, il collegio docenti, gli scrutini, che negli anni sono sempre andati ad aumentare togliendo parecchio spazio e tempo ai ragazzi". Volpato, Comini, Brambati, Puleo e Borgna hanno salutato e ringraziato di cuore, oltre ai ragazzi, i colleghi veterani con i quali hanno passato dei bei momenti, e hanno augurato invece ai nuovi un grosso imbocca al lupo, "Siamo contenti di lasciare il posto ai giovani volenterosi di iniziare un nuovo percorso con i ragazzi. A loro diciamo di metterci passione, dedizione e di essere sensibili di fronte ai problemi dei ragazzi". In ultimo, un ringraziamento è stato rivolto al dirigente scolastico dell'Istituto Comprensivo, Claudio Rosato, "sempre attento ai bisogni delle famiglie e dei ragazzi", a tutto il personale amministrativo e ai bidelli, "sempre disponibili alle richieste e alle necessità di professori e ragazzi".
F.Fu.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco