Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 398.701.161
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 03/06/2021
Merate: 26 µg/mc
Lecco: v. Amendoa: 19 µg/mc
Lecco: v. Sora: 12 µg/mc
Valmadrera: 17 µg/mc

Scritto Martedì 08 giugno 2021 alle 08:55

Merate: la street art degli studenti di Viganò e Agnesi e sui muri i volti di Bartali, Muhammad Alì, Ilaria Cucchi


Era cominciato a ottobre 2019 il progetto di arte partecipata che vedeva impegnati una ventina di studenti del liceo Agnesi e dell'Istituto Tecnico Viganò nel realizzare dei murales sui propri edifici scolastici e sulla comune Aula Magna esterna, sotto la supervisione di due esponenti del collettivo artistico Orticanoodles di Milano.
L'idea è nata dal progetto "Arte nelle scuole: street art", promosso e finanziato dal Rotary Club Merate, ma a causa del covid è stata messa in stand-by per alcuni mesi.



I primi incontri tra gli studenti e Wally - Walter Contipelli - di Orticanoodles sono stati prettamente di formazione. Insieme allo street artist i ragazzi hanno imparato la teoria alla base di questa forma artistica, hanno appreso quali vernici avrebbero usato e hanno iniziato a focalizzare il concept dei murales che avrebbero voluto realizzare.

Wally

Alessandro

Sono servite poi alcune sessioni per impostare le opere sulla facciata esterna dell'Aula Magna, sul muro a sinistra all'ingresso del Liceo e sulla parete all'interno del bar del Viganò.
Come in uso tra chi realizza queste opere pittoriche, la scelta dei soggetti da ritrarre è stata a lungo pensata e ha richiesto il parere degli studenti di entrambi gli istituti, che partendo da tematiche attuali sono arrivati a scegliere una serie di personaggi illustri da omaggiare pittoricamente. Il progetto e le sessioni sono state seguite, oltre che dai professionisti, anche dal professor Mauri, referente del progetto.

 

Nella mattina di lunedì 7 giugno 2021, penultimo giorno di scuola, è stato concluso il murales sull'Aula Magna che ritrae Rita Atria (testimone di giustizia italiana che si tolse la vita a 17 anni una settimana dopo la strage di via D'amelio perchè, proprio per la fiducia che riponeva in Paolo Borsellino, si era decisa a collaborare con gli inquirenti), Ilaria Cucchi (sorella di Stefano Cucchi e attivista per i diritti umani), Daphne Galizia (giornalista di inchiesta maltese, uccisa a causa delle sue indagini), Muhammad Alì (pugile, attivo per i diritti degli afro americani), Iqbal Masih (bambino operaio pakistano, simbolo della lotta contro il lavoro minorile), Christ Gardner (imprenditore statunitense, presidente e proprietario della Christoper Gardner International Holdings) e Gino Bartali (ciclista che trasportò nel tubolare della sua bicicletta i documenti falsi per aiutare gli ebrei ad avere una nuova identità).
Successivamente, mentre i ragazzi del Viganò - insieme a Wally - hanno dipinto sulla parete interna del bar un albero di biancospino con della vernice fotocatartica in grado di eliminare dall'aria fattori inquinanti, gli studenti dell'Agnesi - insieme a Alessandro - hanno ultimando il murales all'ingresso del Liceo raffigurante altri "volti".

Qualche ultimo ritocco, la firma e poi la conclusione ufficiale del lavoro che, si spera, sia in realtà solo l'inizio di una serie di attività per rendere partecipi gli studenti
E.Ma.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco