• Sei il visitatore n° 495.871.609
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Sabato 05 giugno 2021 alle 15:34

Lomagna: il consiglio sovracomunale dei ragazzi parla di marcia della pace e ''reti''

Nel pomeriggio di venerdì 4 giugno 2021, all'ombra degli alberi del parco verde di Lomagna si è tenuto il Consiglio Sovracomunale delle Ragazze e dei Ragazzi.
Purtroppo, per un soffio, la seduta non è stata valida: solo 16 presenti - la maggioranza si sarebbe ottenuta con 17 presenti su 33. Dunque, sotto la supervisione dell'assessore all'istruzione di Lomagna Elena Gandolfi, il baby-sindaco Riccardo Mauri, gli assessori e i consiglieri hanno discusso i punti all'ordine del giorno, senza poter deliberare. Attorno a loro, alcuni genitori, il sindaco di Lomagna Cristina Maria Citterio, il vicesindaco di Cernusco Lombardone Alvaro Pelà e il vicesindaco di Montevecchia Edoardo Sala.

Il primo punto all'ordine del giorno è stata la revisione del regolamento, infatti durante le elezioni di aprile era stato aggiunto un assessore in più - seppur non eletto - poiché mancavano portavoce provenienti da Cernusco Lombardone. Consultandosi, gli "amministratori" si sono trovati tutti d'accordo nell'accettare la modifica apportata.

Successivamente si è discusso in merito all'organizzazione della marcia della pace, inizialmente prevista per l'anno scorso e ora rimandata a ottobre 2021. La baby-Giunta si è stata focalizzata sull'eventuale location e gli spazi, così da rispettare le normative anti-covid. "Potremmo farla qui, al Parco verde" ha proposto il sindaco Riccardo Mauri. Il suggerimento dell'assessore Jacopo Bernardi di Cernusco è stato invece quello di dividere in due coppie i comuni e di farli incontrare in un posto, ad esempio il castello di Cernusco Lombardone. Sono subito arrivati suggerimenti dai consiglieri con proposte per le eventuali coppie: Lomagna - Osnago e Cernusco Lombardone - Montevecchia le più votate. In merito allo slogan si è fatta avanti la consigliera Aurora Tamburello, suggerendo "Tutti insieme per la pace". "Potremmo chiedere uno slogan a ogni classe degli Istituti e metterli tutti insieme su una bandiera" ha detto invece il super propositivo Mattia Giumelli.
La discussione ha trovato tutti i presenti coinvolti e si è arrivato persino a parlare di vaccini: "forse per ottobre saremo tutti vaccinati", ha detto qualcuno.

Terzo e ultimo punto all'ordine del giorno la richiesta di valutazione dello stato di connettività delle reti internet nei diversi plessi. Questo punto ha dato modo ai bambini di confrontarsi soprattutto sulla propria esperienza di DAD (Didattica A Distanza). Tra connessioni instabili, lentezza di rete e computer scolastici non funzionanti, sono emersi tutti i pro e i contro dell'insegnamento a distanza e i punti su cui si può migliorare. L'assessore di Cernusco Jacopo Bernardi ha esordito: "nella nostra scuola il computer di classe funziona, ma per esempio quelli nell'aula di tecnologia non vanno". "A volte durante le lezioni nella nostra classe salta la connessione della Lim" ha aggiunto un altro consigliere.

Sono trascorse così quasi due ore in cui tutta la discussione è stata messa a verbale e durante la prossima seduta, che presumibilmente si terrà a settembre, verrà deliberato quanto detto in modo da non rendere vano il Consiglio odierno che non ha potuto avere esecutività per la mancanza del numero legale.

E.Ma.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco