• Sei il visitatore n° 494.873.583
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 31 maggio 2021 alle 12:21

Osnago: in consiglio il rendiconto 2020. Minoranza critica sulle entrate tributarie

Il Consiglio comunale di Osnago del 28 maggio si è aperto con un minuto di silenzio dedicato a Claudio Brambilla, che dal 1980 si era impegnato nell’amministrazione comunale per circa un trentennio. La triste notizia è arrivata una settimana fa, il 20 maggio [clicca QUI]. “È una persona che ha lasciato il segno ad Osnago – lo ha ricordato il sindaco Paolo Brivio all’avvio dell’assise – Nei giorni scorsi ho inviato un messaggio alla famiglia ricordandone la competenza, la lucidità, la misura dei toni e la signorilità dei modi. Una persona che, al di là della legittima divisione che può sorgere tra idee e schieramenti politici, ricordiamo con grande affetto”.



Il punto centrale del Consiglio comunale è stata l’approvazione del rendiconto 2020. Una lunga disamina. La sola illustrazione da parte dei componenti della Giunta è durata un’ora e venti minuti. È seguito poi il dibattito di un’altra mezzora. Una verbosità tale da contribuire a tenere basso il contatore degli spettatori alla diretta streaming, appena due o tre, a seconda degli istanti. A introdurre l’argomento è stato il primo cittadino che ha analizzato l’andamento della gestione complessiva. Se nel 2019 ammontava a 1 milione 203 mila euro, nel 2020 tale cifra andata in avanzo di amministrazione non è stata utilizzata. La competenza del solo 2020 è stata di 593 mila euro, che ha prodotto un risultato di amministrazione di 1 milione 700 mila euro. Di questo tesoretto 382 mila euro sono stati accantonati (comprende la quota per l’eventuale ripianamento delle perdite di Retesalute), 485 mila euro costituiscono la parte vincolata (in parte per affrontare le spese conseguenti al Covid-19), 703 mila euro sono destinati agli investimenti. La parte disponibile è di 126 mila euro.



Le entrate tributarie, per cui si temeva una flessione già nel 2020 derivante dalla crisi economica, hanno invece fatto registrare persino un leggero incremento, passando da 2 milioni 962 mila euro a 3 milioni e 9 mila. Un aumento dovuto al maggior recupero degli arretrati IMU, è stato spiegato.
Sono seguite quindi le presentazioni dettagliate degli assessori, ciascuno per i propri ambiti. Una vetrina di ciò che è stato svolto dall’amministrazione nell’anno trascorso. Quindi i commenti critici del capogruppo di minoranza Marco Riva, che hanno motivato il voto contrario di Orgoglio Osnago. Riva ha ad esempio osservato che le entrate tributarie sono più o meno in linea con gli anni precedenti. Un rammarico per il consigliere, che avrebbe preferito fosse ridotta la pressione tributaria per andare incontro ai cittadini. Critica respinta dal sindaco, secondo il quale sono state attuate diverse misure per fronteggiare l’emergenza sociale ed economica. Riva ha riferito che il revisore dei conti ha espresso nella sua relazione che il Comune si trova in ritardo con alcuni pagamenti a terzi. Ragion per cui l’ente ha dovuto accantonare delle risorse. Brivio ha replicato che si tratta di ritardi di lieve entità e che il Comune ci tiene a pagare i propri fornitori. Gli Uffici, pressati dalla mole di lavoro – ha sostenuto il sindaco – “sono già stati avvisati di mettersi in pari”. Il consuntivo è stato al termine approvato con il voto a favore di Progetto Osnago e quello contrario dell’opposizione consiliare.
M.P.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco