Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 398.699.865
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 03/06/2021
Merate: 26 µg/mc
Lecco: v. Amendoa: 19 µg/mc
Lecco: v. Sora: 12 µg/mc
Valmadrera: 17 µg/mc

Scritto Venerdì 14 maggio 2021 alle 17:04

Mtb e Parco del Curone

Ho letto sul vostro sito la notizia della chiusura del parco alle bici e ai cavalli....Evidentemente l'ente che gestisce il Curone preferisce favorire chi giunge li in auto inquinando con l'unico scopo di favorire i finti Agriturismo della zona...Io frequento il parco da 20 anni con la mia bici senza motore (che vietassero le ebike che sono troppe e spesso con alla guida gente che nei boschi non c'è mai andata) nel rispetto di persone cose ed animali, la favola che le bici rovinano i sentieri è vecchia e stantia, non ci crede piu nessuno nemmeno chi usa questi pretesti come scusa per manifestare un fastidio atavico verso chi frequentano il parco in bici...Io (e tantissimi altri), continuerò ad andarci come ho sempre fatto, con le mie forze senza inquinare e nel rispetto di tutti ma non per quelli che prendono queste decisioni assurde, anacronistiche e senza senso.
Questa lettera (CLICCA QUI) che avete pubblicato denota proprio l'intolleranza verso le MTB (e non MBk) perché sicuramente ci sarà anche  qualche cretino che va in bici, ma che li abbia incontrati tutti lei per 2 ore di seguito è molto improbabile  poi a Montevecchia e nel Parco del Curone in genere c'è ben poco da scendere a velocità folle visto che la maggior parte dei sentieri è pedalata in piano o in salita e le poche discese che ci sono restano in zone poco accessibili ai pedoni e sono brevissime...Questa sono preconcetti e intolleranza dato che io che frequento  il.parco anche d'inverno non ho mai visto discesisti folli che mettevano a rischio i pedoni...
    Siamo alle comiche e quelli dell'Ente danno retta a questa gente...
Luca
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco