Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 415.315.183
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 10 maggio 2021 alle 18:31

Cernusco: nuova veste al lotto della piazza. L'aletta in parte demolita sarà ristrutturata



Ha un nuovo aspetto la zona di piazza della Vittoria che si trova tra il Villino Luigi e gli immobili di edilizia popolare. Per circa 185 mila euro è stata riorganizzata la viabilità interna del lotto, in seguito alla demolizione di una porzione della cosiddetta "aletta" dell'ex Municipio. Le macchine dei residenti possono transitare quindi in corrispondenza della casetta dell'acqua. I parcheggi hanno una sistemazione più razionale.



Il camminamento per i pedoni è stato ben delineato con una pavimentazione differenziata e che, con i cordoli e le aiuole, è più sicuro. L'area è stata anche illuminata. In precedenza i lampioni non erano mai stati installati. Come noto sono stati eliminati tre tigli per consentire la realizzazione del progetto. Dalle tavole risultava che sarebbero stati piantumati 12 alberelli. In realtà i 6 previsti di fronte ai portoni di ingresso dei due stabili residenziali sono stati sostituiti da alcuni arbusti.




Per il completamento dell'intervento mancano solo alcune piccole rifiniture. Da progetto era previsto il rifacimento della parete della porzione restante dell'aletta di sinistra (ex spogliatoi della Polisportiva). L'amministrazione ha sviluppato tuttavia nuovi piani. L'edificio sarebbe rimasto in condizioni precarie. Allocando le opportune coperture di bilancio si procederà con la progettazione di una ristrutturazione complessiva dell'immobile. Le pareti saranno rafforzate, saranno rifatti gli infissi, le inferriate, il tetto, i servizi igienici e gli impianti. Il tutto dovrà passare al vaglio della Soprintendenza che indicherà i materiali ammissibili.




Osservando la parete "sventrata" si può notare che la prima sezione da terra è in pietrame, mentre lo sviluppo in altezza è in mattone. Si può supporre dunque che abbia subito manomissioni nel tempo e che inizialmente non fosse una struttura chiusa, bensì un porticato senza le fondamenta. In linea di massima l'edificio una volta ristrutturato potrebbe diventare uno spazio unico polifunzionale, ad esempio a servizio delle associazioni o per attività di co-working. Sarà la prossima amministrazione comunale, dopo le elezioni in autunno, a stabilirlo. Le tempistiche non sono ancora note.



Probabilmente verso settembre sarà installato dell'arredo urbano (fioriere e panchine) nell'area antistante l'ex Municipio eliminando quindi i parcheggi. Saranno ampliate le aiuole di respiro dei tigli lì presenti. I paletti in ghisa definiranno gli spazi esclusivi per i pedoni.
M.P.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco