Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 415.334.787
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Venerdì 07 maggio 2021 alle 08:31

Retesalute: scrivono i dipendenti, dopo la decisione di “liquidare” che ne sarà di noi?


La sede di Retesalute

Gli anonimi dipendenti di Retesalute che già avevano invocato tramite lettera i comuni ad assumere una decisione sul futuro dell’azienda, auspicabilmente nel segno della continuità, hanno scritto di nuovo dopo che la maggior parte dei soci dell’azienda speciale pubblica ha votato la messa in liquidazione della società. Come vedere un futuro in una scelta che in modo esplicito parla di liquidare l’azienda è difficile da sostenere. Lo hanno fatto parecchi sindaci, in prima fila quelli di Merate e Casatenovo ma, in realtà, la linea sembra essere quella della chiusura definitiva. Casatenovo ha agito d’anticipo assumendo la dottoressa Milani, ex direttrice di Retesalute che da una vita si occupa di servizi alla persona. E con la struttura dell’ufficio e la dimensione stessa del comune ha la possibilità di operare in maniera autonoma. Non è detto che Merate abbia uomini e mezzi per fare altrettanto. Per tutti gli altri non resta che attendere. Intanto Retesalute continua a erogare servizi ma con sempre maggiore difficoltà. Lasciamo comunque la parola a quanti hanno ritenuto di dover scrivere questa seconda lettera.

CLICCA SULL'IMMAGINE per ingrandire la lettera


© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco