Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 413.684.616
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Venerdì 07 maggio 2021 alle 07:56

Fuori dal coro

Getile Direttore

Concordo totalmente con le motivazioni che avevano indotto Lei e la Redazione a non accodarsi al coro plaudente ed estasiato per l'annunciata presenza al Mandic e al centro vaccinale di Letizia Maria Brichetto Arnaboldi in Moratti, che dall'alto dei suoi cognomi e della "regale spocchia" ha disertato la passerella, affidando l'incomodo a Lupi - già ciellino berlusconiano ed ora capo di un partito con una percentuale di due zeri dopo la virgola - e del socio sottosegretario Costa. Questi "importanti esponenti politici" hanno avuto il loro attimo di gloria inneggiati dai Sindaci con fascia di ordinanza, nonchè da Favini; sulla banalità degli interventi stendo un pietoso velo.

Sarei felice di sapere se avete chiesto al mega direttore la possibilità di rispondere, concedendovi un'intervista, alle domande che avete invece posto ai Sindaci, oltre a una spiegazione all'esternazione della scorsa settimana rilasciata a una cronista presso il centro vaccinale. Immagino, non per cattiveria, che non abbia voluto parlare con voi - diversamente ci racconti se vuole, come è andata.

Alcuni giorni orsono mi sono sottoposto alla vaccinazione al centro di Cernusco, ho notato con piacevole stupore oltre alla prevista professionalità di medici e paramedici operativi, la funzionalità del servizio in giallo composto da persone che in alcuni casi hanno abbondantemente superato le sessanta primavere, disponibili, armati di invidiabile pazienza, credo vadano a loro plauso e ricoscenza da parte di tutti.

In questi primi giorni di maggio abbiamo assisito a due fatti meritevoli di nota: il sermone di Federico Leonardo Lucia detto Fedez, e l'irresponsabile assembramento post partita. Pur avendo apprezzato la disamina sulle posizioni omofobe dei leghisti citati dal mattatore e la sua forza mediatica, quindi dell'utilità della prestazione, ritengo sia emersa la totale incapacità delle forze politiche tutte di assumersi la responsabilità di intervento su tale essenziale urgenza di sicurezza e dignità delle persone discriminate a causa delle loro realtà, rimanendo ostaggio delle pruderie omofobe dei fascio leghisti. Il secondo episodio fa emergere la totale incompetenza delle forze preposte all'ordine pubblico, è più facile multare singole persone sui sentieri di collina che far fronte a una masnada di irresponsabili (eufemismo) assiepati e carosellanti nelle piazze, poi qualche genio attribuisce i contagi ai vaccini stessi.

Grazie per l'attenzione,

Fulvio Magni
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco