Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 413.625.864
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Giovedì 06 maggio 2021 alle 18:37

Togliamo questo punto sull'identità di genere

Mamma mia, quanta confusione su questo ddl Zan. Quante frasi fatte e quante persone tirate in ballo,anche a sproposito: politici, preti ,vescovi,destra e sinistra ecc.ecc.
E' incredibile come una legge che dovrebbe essere contro l'odio stia diventando una fonte di odio e di minacce per chi dissente su questo testo .
Va detto che il ddl Zan riguarda tutti , e non solo le minoranze omo o transessuali , che giustamente si prefigge di tutelare. Fin qui penso siamo d'accordo tutti. Quello su cui non e' possibile essere d'accordo è il concetto di identità di genere.Questo è un punto della legge assai confuso e contestato che va a toccare nel profondo e in radice, e per tutti, la sessuazione umana. Mi chiedo se non valga la pena di rinunciare a questo punto sull'identità di genere,cosa che per altro ha definitivamente rinunciato la Gran Bretagna . Anche nella maggior parte delle leggi europee contro l'omotransfobia, non compare l'identità di genere. Chissà perchè dovrebbe essere obbligatorio in Italia.
M.T.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco