Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 413.628.691
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Giovedì 06 maggio 2021 alle 09:53

Usmate, rifiuti abbandonati: multa da 600 euro per il responsabile

Il lavoro congiunto svolto dagli agenti di Polizia Locale e dal personale dell’Ufficio Tecnico Comunale ha permesso di individuare il responsabile dello scarico di rifiuti abbandonati rinvenuti nei giorni scorsi all’angolo fra via Vittorio Emanuele e via Roma, in pieno centro a Usmate. A lui si è risaliti grazie a un'accurata ricerca sulla base di quanto trovato all’interno dei sacchi neri. Il Comando di Polizia Locale ha provveduto a notificare una sanzione amministrativa di 600 euro.



“Il nostro ringraziamento va al personale dipendente che ha effettuato le indagini necessarie per risalire al responsabile – affermano il Sindaco Lisa Mandelli e Pasquale De Sena, assessore con delega alla Sicurezza –. La zona era già stata attenzionata dal Comune, dal momento che in passato si erano già riscontrati fatti simili con l’abbandono di sacchi neri”.
Mentre sono tuttora in corso le indagini della Polizia Locale per individuare gli autori di altri scarichi rinvenuti nelle scorse settimane sul territorio, l’Amministrazione procederà all’installazione di foto-trappole nei luoghi in cui più spesso si verificano episodi simili e sversamenti di materiali.
“L’igiene urbana rimane una nostra priorità - confermano Sindaco e Assessore -. La campagna comunicativa di sensibilizzazione verso il decoro del paese prosegue, così come è giornaliero il lavoro dei nostri operai che spesso il lunedì si ritrovano a raccogliere sacchi e sacchetti abbandonati nel corso del weekend. Abbiamo bisogno che questa sensibilità sia condivisa da un sempre maggior numero di persone e che la cittadinanza ci aiuti, laddove possibile, ad individuare gli autori di queste azioni”.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco