Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 393.153.449
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 06/05/2021
Merate: 22 µg/mc
Lecco: v. Amendoa: 10 µg/mc
Lecco: v. Sora: 13 µg/mc
Valmadrera: 12 µg/mc
Scritto Lunedì 03 maggio 2021 alle 12:21

Cernusco: sette linee e 1000 vaccini inoculati ogni giorno. E Technoprobe diventa l’hub più efficace per tutta la Brianza

Un servizio pubblico con l'efficienza di un'azienda privata.
É questa la sensazione che si avverte varcando la soglia dell’hub vaccinale di via Cavalieri di Vittorio Veneto a Cernusco Lombardone. 
Martedì mattina ci siamo recati come semplici cittadini al Centro vaccini della Technoprobe per renderci conto di come realmente funzioni. Sono ormai oltre dieci giorni che l'attività vaccinale procede ininterrottamente, sabato e domenica compresi. Grazie alle sette linee di vaccinazione attivate, nelle quali si alternano medici e infermieri, ogni giorno vengono inoculati mille vaccini.


Da che ha aperto i battenti tutto è filato, senza alcun intoppo. Si registra addirittura grande soddisfazione da parte delle migliaia di persone che hanno ricevuto l’iniezione nel Centro vaccinale Technoprobe, se non l'unico, certamente il primo hub allestito in una struttura privata.
Sono circa le 11 quando giungiamo a Cernusco Lombardone. Nell’approssimarci all’hub colpisce la segnaletica, con indicazioni ben visibili e facilmente leggibili, che indica in modo chiaro il percorso da seguire a chi giunge in auto. La via è presidiata dai volontari che accolgono e indirizzano le numerose auto verso il parcheggio situato alle spalle dell'edificio che ospita il Centro vaccini, un piazzale con circa 150 posti auto. Lungo il percorso i volontari verificano che nessuno parcheggi negli spazi riservati ai dipendenti delle numerose aziende.



Giunti all'ingresso del parcheggio una volontaria si accerta dell'orario della prenotazione. E’ possibile arrivare fino a un'ora prima, e chi arriva troppo in anticipo viene invitato a ripassare più tardi, oppure a restare in auto in attesa dell’orario. Questo per evitare inutili assembramenti. Una volta parcheggiata l'auto, è necessario superare un altro checkpoint che regola l'afflusso a piedi al centro. Quindi, attraverso un percorso all’aperto, accuratamente delimitato, si raggiunge l'ingresso, dove si forma una breve coda. Chi attende all'esterno è protetto da una tettoia che si estende per alcune decine di metri, installata in una sola notte pochi giorni dopo l’inaugurazione.



Il flusso è veloce e l'attesa non supera i pochi minuti. Un volontario della Protezione civile regola l'accesso con gruppi di quattro e dopo essere stati sottoposti alla misurazione della temperatura, si viene accolti da due receptionist, messe a disposizione dalla Technoprobe. Poche formalità (tessera sanitaria, paese di provenienza… ricambiati con un sorriso) e si viene introdotti nell’ampio salone dove avvengono le vaccinazioni. Qui si viene fatti accomodare sulle sedie distanziate in attesa di essere chiamati dai volontari della Protezione civile quando arriva il proprio turno.
La compilazione del questionario anamnestico precede di pochi minuti l'inoculazione del vaccino. Effettuata l'iniezione si ritorna nel salone in un’apposita area e se non si manifestano controindicazioni poco dopo si può lasciare il Centro. Attraverso un percorso separato si torna al parcheggio per riprendere l'auto e tornarsene a casa felici e… vaccinati.

Galleria immagini (clicca su un'immagine per aprire l'intera galleria):


Per le persone diversamente abili o che necessitano della carrozzina, è stato predisposto un parcheggio davanti all’ingresso dell’hub di circa venti posti auto, da dove si può accedere comodamente al Centro senza dover superare nessuna barriera architettonica.
Davanti al Centro vaccinale staziona durante tutto il giorno una pattuglia della Polizia locale, messa a disposizione a turno dai comuni del Meratese e Casatese. L’organizzazione esterna è assicurata dai volontari forniti dal Comune di Cernusco e dagli “Amis dei pumpier” di Merate coordinati da Ferruccio Amonini, responsabile della sicurezza dell’azienda. All'interno dell'hub sono invece i volontari della Protezione civile a supportare medici e infermieri.


La sera, ultimate le vaccinazioni e chiuso il Centro entra in servizio una guardia armata, che ha il compito di vigilare sulla struttura e sul regolare funzionamento dei frigoriferi in cui sono custoditi i vaccini.
Attualmente nell’hub di Cernusco Lombardone sono attive sette linee di vaccinazione, che inoculano 1000 dosi al giorno. A maggio diventeranno otto o addirittura nove e saranno più di mille i vaccini inoculati ogni giorno. Ora che la struttura è rodata si può addirittura accelerare…
A.Bai.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco