Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 413.913.555
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 28 aprile 2021 alle 19:03

Parco agricolo nord est: posa dei cartelli ''comportamentali''

Se c'è stato un aspetto positivo in questo dramma del lockdown è l'aver preso consapevolezza di quello che abbiamo vicino casa.
Mai come in questo difficilissimo anno, la gente ha iniziato a frequentare i nostri sentieri, che partono praticamente dal portone di casa e si innervano nelle nostre campagne.
Un conforto per le scelte che il nostro Ente e le Amministrazioni Locali hanno fatto in questi anni: investire sulla rete sentieristica.
Una linea di investimento che proseguirà anche nei prossimi anni, in sinergia fra il Parco e i suoi Comuni.
Per il Presidente del Parco Silvano Brambilla: “La frequentazione intensa di queste settimane crea delle inevitabili tensioni fra utenti diversi, non esiste Regolamento o Legge che possa prendere il posto del buon senso e dell'educazione fra le persone.
Un ciclista rispetti i pedoni, rallentando e ricordando che potrebbero esserci bambini; i pedoni rispettino i ciclisti dando loro strada, magari rispolverando la sana abitudine di un saluto e di un "grazie", abitudine ancora valida in montagna, ma chissà come mai non più applicata a bassa quota.”
La vigilanza, affidata alle sole 11 GEV in servizio in tutto il Parco, in queste settimane ha risentito delle restrizioni alla circolazione: il rosso per la Lombardia ha impedito ogni spostamento fra i Comuni e ricordiamo che il servizio di vigilanza ecologica non rientra fra le attività esenti da tale restrizione, visto che è un’attività di volontariato, ma non svolta nell'ambito del Servizio nazionale di protezione civile o per fronteggiare l'emergenza sanitaria in corso.
Infine una novità: nelle scorse settimane l'intera rete tabellata dei sentieri del PANE è stata inserita nel Catasto della Rete Escursionistica della Regione Lombardia, e pertanto su tali tracciato vige la LR 5/2017.
Ancora il Presidente del Parco Brambilla: “Dobbiamo purtroppo rilevare una seria criticità e un diffuso malcostume fra i fruitori del Parco quando si tratta di rispetto delle colture agricole; purtroppo riceviamo continuamente lamentele dagli agricoltori per comportamenti che definire maleducati è un eufemismo. Deve essere ben chiaro a tutti che i campi coltivati sono un bene economico per le famiglie di agricoltori e che il paesaggio che tutti noi godiamo passeggiando nel Parco è stato in massima parte costruito da generazioni di agricoltori, che vanno rispettati.”
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco