Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 413.914.961
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 28 aprile 2021 alle 18:29

Verderio: tre fototrappole e nuove telecamere in paese

Altro tasto dolente all’ordine del giorno per il consiglio comunale di Verderio è stato il punto relativo all’interrogazione presentata dal gruppo di minoranza “Cambia Verderio” (per il testo integrale CLICCA QUI) in merito al ritardo da parte dell’amministrazione nell’installazione delle fototrappole. La mozione era stata infatti approvata all’unanimità nel dicembre 2019, ma fino ad oggi non ha visto l’installazione di nessuna. La motivazione del ritardo, letta in risposta dal primo cittadino Roberto Manega (per il testo integrale CLICCA QUI), sarebbe da attribuire ai rallentamenti dovuti all’insorgere dell’emergenza sanitaria, pertanto era stata messa in stand-by e ripresa solo nell’ultimo periodo. E dunque a seguito della partecipazione ad un bando cofinanziato con Regione Lombardia per l’acquisto di 3 fototrappole, la cui graduatoria verrà resa pubblica il 31 maggio 2021, “tali strumenti, che si aggiungono all’unità già in dotazione al corpo di Polizia Locale, saranno utilizzati contemporaneamente e alternativamente sui territori dei comuni di Paderno, Robbiate e Verderio”. Proprio questo è stato il punto che ha fatto sollevare la minoranza di “Cambia Verderio”, che si è detta insoddisfatta dall’acquisto di sole tre fototrappole da usare in condivisione con gli altri due Comuni. Marco Benedetti è infatti prontamente intervenuto, “ci saremmo detti soddisfatti se si fosse pensato di comprarne 9, sfruttando sì il bando della Regione, ma permettendo a tutti e tre i comuni di dotarsi di una postazione fissa, composta di tre fototrappole ciascuna, che agiscano in contemporanea nei tre comuni sulla zona stabilita”. Il sindaco, supportato anche dall’intervento dell'assessore Falsetto, si è difeso dicendo che “l’implementazione e la gestione di tali strumenti sono a carico del corpo di Polizia Locale che deve occuparsi dello spostamento e dell’installazione, a rotazione, sui tre Comuni. Pertanto, proprio sotto il loro consiglio, si è pensato di acquistarne inizialmente solo tre. Incominceremo così, in ogni caso non escludo la possibilità di aumentarne il numero”. L’installazione è prevista quindi entro l’estate. Il sindaco ha anche aggiunto che nell’area di via dei Bacilli, uno dei punti maggiormente oggetto dell’abbandono dei rifiuti, “oltre all’eventuale utilizzo delle fototrappole, verrà integrato l’attuale sistema di videosorveglianza con l’installazione di una per la lettura targhe per monitorare i passaggi lungo la strada”.
“Inoltre – ha proseguito Manega – a fronte dei sopralluoghi effettuati nelle scorse settimane con il comandante della Polizia Locale e l’assessore ai lavori pubblici, Adelio Sala, verrà potenziato l’attuale impianto di videosorveglianza, in alcuni punti: i parcheggi dei due cimiteri, il parcheggio antistante la scuola materna statale Aquilone, quello di via degli Alpini e piazza S. Ambrogio”.
F.Fu.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco