Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 399.449.212
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 17/06/2021
Merate: 35 µg/mc
Lecco: v. Amendoa: 28 µg/mc
Lecco: v. Sora: 27 µg/mc
Valmadrera: 30 µg/mc

Scritto Mercoledì 28 aprile 2021 alle 16:56

AIDO Lomagna e Osnago: il 2 maggio l'assemblea dei soci, focus sull'importanza della 'scelta in Comune'

 Domenica 2 maggio 2021 alle ore 10 a Lomagna si svolgerà l'assemblea ordinaria del Gruppo A.I.D.O. di Lomagna e Osnago: l'assemblea è convocata sia in presenza (presso la sede ALE G. a Lomagna) sia a distanza attraverso la piattaforma ZOOM. A causa dell'emergenza sanitaria, l'attività del gruppo nel corso dell'anno 2020 è stata limitata. E' stato però possibile, sia a Lomagna che a Osnago, assicurare la presenza in piazza Chiesa nei giorni 26 e 27 settembre in occasione della "Giornata nazionale del sì" indetta dall'AIDO nazionale: in questa occasione sono stati distribuiti 84 anthurium. Altre iniziative non sono state possibili (la S. Messa per i donatori, la presenza in piazza a Lomagna in occasione della festa del paese).


A sinistra in piazza a Osnago

Nel corso dell'assemblea verrà sottolineata l'importanza della "scelta in Comune". La scelta in Comune è la vera novità di questi anni, un passo importantissimo nella direzione di avere tante persone disponibili alla donazione. I cittadini manifestano la loro volontà "di donare gli organi" non attraverso l'iscrizione all'AIDO ma in Comune, nel momento del rinnovo della carta di identità. Il nominativo di chi si iscrive all'AIDO finisce prima nel Sistema Informativo AIDO e poi nel Sistema Informativo Trapianti. Il nominativo di chi manifesta la propria volontà presso l'Ufficio Anagrafe del proprio Comune finisce direttamente nel Sistema Informativo Trapianti, a disposizione dei medici che operano per i trapianti. I dati dei nostri due paesi confermano l'importanza di questa modalità: i dati sono al 15 aprile 2021:
  • A Lomagna: 1.034 persone hanno scelto, 789 hanno scelto di donare (erano 567 lo scorso anno), 245 hanno scelto di no
  • A Osnago: 634 persone hanno scelto, 506 hanno scelto di donare (erano 352 lo scorso anno); 128 persone hanno scelto di no
Per comprendere l'importanza di questi dati: nei nostri 2 paesi le persone che hanno manifestato, in Comune, la loro scelta di donare sono 1.295. A questi si aggiungono gli iscritti all'AIDO che sono 530. Sono 36.711 le persone in provincia di Lecco che hanno scelto di donare, presso il proprio Comune Nel corso dell'assemblea verranno, inoltre, analizzati i dati relativi ai trapianti e alle donazioni in Italia nel corso dell'anno 2020.


In piazza a Lomagna

Se le manifestazioni di volontà vengono raccolte dai Comuni che ruolo deve avere l'AIDO?
Il ruolo dell'AIDO non viene meno. Spetta all'AIDO informare i cittadini e gli alunni nelle scuole perché scelgano di manifestare il proprio assenso alla donazione, perché le opposizioni al trapianto diminuiscano; inoltre per informare e promuovere un corretto stile di vita, per promuovere una cultura della solidarietà. Un primo compito dei Gruppi Comunali è di stare al fianco dei Comuni, per svolgere il compito di ascoltare e chiarire i dubbi dei cittadini; rispetto a concetti non semplici, quali: cosa è un trapianto, chi può divenire donatore di organi, quali sono gli organi che si possono prelevare, a chi si trapiantano gli organi, dove si prelevano e dove si effettuano i trapianti, in cosa consiste l'accertamento della morte con criteri neurologici.
I cittadini interessati sono invitati a partecipare; la email di riferimento è lomagnaeosnago@aido.it
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco