Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 399.444.778
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 17/06/2021
Merate: 35 µg/mc
Lecco: v. Amendoa: 28 µg/mc
Lecco: v. Sora: 27 µg/mc
Valmadrera: 30 µg/mc

Scritto Lunedì 26 aprile 2021 alle 10:42

Ronco: al via il progetto per le scuole primarie con la Vibe







È proprio in un periodo come questo che c’è maggior bisogno di iniziative come quella della Vibe Ronchese - nota associazione calcistica del territorio. Un progetto multisportivo dedicato alle scuole primarie per educare i bambini (fermi da troppo tempo causa covid) al movimento attraverso giochi formativi. Programmi diversi per ogni classe ma tutti finalizzati a sviluppare capacità coordinative, schemi motori e posturali, orientamento spazio-temporale, capacità interocettive e persino l’area affettiva. Corso tenuto in lingue inglese per i bambini dalla classe terza alla classe quinta.



Già avviato il programma con la scuola primaria di Ronco Briantino, dove il giovane Alberto Pennacchioni, formatore del progetto - laureato in Scienze motorie, sport e salute, allenatore di base UEFA B e allenatore giovani calciatori UEFA C - subentra alla lezione di educazione fisica per un’ora a settimana e stimola i bambini con giochi finalizzati a raggiungere gli obbiettivi prefissati dal corso. Le lezioni totali saranno dieci, divise in un’ora a settimana per dieci settimane.



L’associazione Vibe Ronchese aveva quest’idea da anni, frenata poi nel 2020 dal covid, ma è riuscita comunque a procedere con l’intenzione di trasmettere la passione per lo sport con sani principi ai più piccoli. «L’obbiettivo - dice il direttore Gabriele Donghi - è riuscire a offrire il servizio a quante più scuole del territorio». Attualmente la Vibe sostiene interamente il costo del programma, offrendo quindi in maniera gratuita un corso tenuto da un professionista.


È importante per la società che il nome “Vibe Ronchese” non venga associato solo al calcio, ma anche a corsi propedeutici e preparatori a tutti gli sport, e alla divulgazione scientifica relativa a sport e fisioterapia. Dal 28 giugno partirà inoltre il Summer Camp dedicato ai bambini e bambine nati/e dal 2008 al 2016.
E.Ma.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco