Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 413.295.375
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Sabato 24 aprile 2021 alle 19:14

Merate: è morto Francesco Bonfanti per tutti ''Cecco Madio'' della storica trattoria

Questa notte se ne è andato uno degli ultimi testimoni della Merate che non c'è più.
E' morto a novant'anni Francesco Bonfanti conosciuto come "Cecco Madio": con il fratello era stato l'ultimo gestore di uno dei bar più antichi di Merate, il Madio appunto.

Francesco Bonfanti in una foto recente e accanto un'immagine di alcuni avventori nel suo trani

Il trani era stato avviato da un suo trisavolo nei locali che si trovano all'angolo tra via fiori e via Trento. Una ubicazione piuttosto buia e nascosta, esattamente il contrario della vitalità e del fermento invece che sprigionavano le sue mura dove quasi ininterrottamente, dalle 5 del mattino fino a mezzanotte, c'era un via vai di gente: operai delle fabbriche che si trovano in centro, del catenificio in particolar modo, che smontavano dai turni e si fermavano per una sosta, oppure contadini di ritorno a casa o ancora ambulanti e persone di passaggio in città e che ben conoscevano la fama della trattoria. Cassoela e busecca i piatti tipici fumanti che venivano sfornati dalla cucina, accompagnati da un buon bicchiere di vino. A portare avanti l'attività di ristorazione fino al 1972 erano stati Cecco e il fratello Carlo che si erano infine decisi, complice il cambiare dei tempi che era in corso e la stanchezza che si faceva sentire, a chiudere il bar, così come i loro antenati l'avevano aperto. Era la fine di un'epoca, proprio come con la scomparsa di Cecco Madio se ne va un pezzo di Merate, quella genuina.
Lunedì 16 aprile alle ore 15 nella chiesa parrocchiale di sant'Ambrogio saranno celebrate le esequie, poi la salma sarà tumulata nel cimitero cittadino.

Proponiamo un articolo CLICCA QUI che avevamo redatto nel giugno 2001 durante il "giro" che avevamo fatto per i trani.

© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco