Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 399.364.736
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 15/06/2021
Merate: 22 µg/mc
Lecco: v. Amendoa: 20 µg/mc
Lecco: v. Sora: 27 µg/mc
Valmadrera: 22 µg/mc

Scritto Sabato 24 aprile 2021 alle 17:54

Merate: scambio interculturale online tra il liceo Agnesi e i compagni della Finlandia

La pandemia e la DAD non hanno spento nei più giovani la voglia di scoprire il mondo e di conoscere altre culture. In tempi di Covid, però, si sa, è necessario sapersi arrangiare: così è nata l'idea di uno scambio interculturale totalmente online. I protagonisti di questa esperienza sono 20 studenti dell'indirizzo linguistico del liceo M. G. Agnesi di Merate e 20 studenti della scuola secondaria di secondo grado di Salo, cittadina del sud della Finlandia, a un centinaio di chilometri da Helsinki.

Gli studenti delle due scuole coinvolte nello scambio hanno avuto l'opportunità di interagire e conoscersi online utilizzando una lingua veicolare comune all'intero gruppo: lo spagnolo. La proposta, in apparenza insolita, è arrivata dalla professoressa Kirsi Lausvaara, docente di inglese e spagnolo presso il liceo di Salo. "A causa della pandemia da Covid-19, le possibilità di realizzare scambi e collaborazioni interculturali sono state fortemente limitate; questo ha reso indispensabile pensare a strategie alternative per consentire a studenti appartenenti a contesti diversi di entrare in contatto tra loro".
Queste le parole con cui Kirsi Lausvaara ha lanciato l'invito alle colleghe italiane, le professoresse Marina Busellu e Sara Panzeri, entrambe docenti di spagnolo presso il Liceo Agnesi. Le docenti italiane hanno raccolto la sfida con grande piacere.

Foto di repertorio dei docenti

"Il progetto è molto semplice", racconta la professoressa Panzeri. "Dopo un'attenta selezione delle candidature di chi era interessato a partecipare, abbiamo creato due gruppi utilizzando un'applicazione molto popolare tra i più giovani. All'interno della piattaforma gli studenti postano quotidianamente messaggi, fotografie e brevi video riguardo alla propria routine scolastica, al cibo tipico, alle tradizioni, alle feste popolari nei rispettivi paesi. Trattandosi di un progetto a cui partecipano volontariamente al di fuori dell'orario scolastico, abbiamo scelto di lasciare completa libertà ai ragazzi. Questa attività consente agli studenti di mettere in pratica le loro abilità linguistiche, ampliando allo stesso tempo le proprie conoscenze culturali. I ragazzi dei due paesi si stanno conoscendo e stanno già nascendo le prime amicizie".

Gli studenti del liceo meratese, d'altro canto, hanno saputo cogliere al volo questa imperdibile opportunità, mostrandosi entusiasti all'idea di poter conoscere meglio una cultura tanto diversa dalla propria. "Sono assolutamente convinta del fatto che per imparare una lingua straniera non basti seguire le lezioni durante gli orari prestabiliti in classe; dopo le superiori sogno di diventare medico, e informandomi ho scoperto che la Finlandia è un paese all'avanguardia in questo campo perché lo studio ha un'impostazione pratica. Per questo, non voglio perdermi questa opportunità" dice Mariam, una delle partecipanti al progetto. "La mia prof. sa bene quanto siano importanti per me proposte simili in un periodo difficile come questo; durante la DAD mi sono mancati moltissimo la mia scuola, i miei compagni, i miei amici, i miei professori... Non avrei mai pensato che potesse succedere qualcosa di simile. Questa è senz'altro un'opportunità per rifiorire" afferma Matteo, un altro fortunato studente che è stato selezionato per questo progetto. Il liceo Agnesi non è nuovo ad attività simili. "Abbiamo già collaborato con il liceo di Salo", spiega la professoressa Marina Busellu. Il primo contatto tra i due istituti scolastici, di fatto, è avvenuto tre anni fa.

"Grazie ad un progetto Erasmus Plus, un gruppo di docenti del Liceo diSalo è stato ospite del Liceo Agnesi nell'autunno 2018. I colleghi finlandesi ci hanno poi accolti a loro volta nella primavera 2019, durante lo stesso anno scolastico. Questi scambi consentono di creare un'identità europea all'interno della comunità scolastica e risultano estremamente stimolanti per tutti i soggetti coinvolti. La partecipazione dei nostri studenti a questo scambio, seppure in formato digitale, rappresenta per noi la naturale prosecuzione di un rapporto che speriamo di continuare a coltivare nel tempo".
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco