Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 399.561.275
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 17/06/2021
Merate: 35 µg/mc
Lecco: v. Amendoa: 28 µg/mc
Lecco: v. Sora: 27 µg/mc
Valmadrera: 30 µg/mc

Scritto Venerdì 23 aprile 2021 alle 18:43

Lomagna, centro sportivo: il 30 si firma la convenzione. La Sindaca, 'l'iter è corretto'

Tirare dritto, tirare dritto, tirare dritto. Questa è la linea che sta perseguendo l’amministrazione di Lomagna sulla procedura di concessione del centro sportivo di via Carducci. Il question time del Consiglio comunale di giovedì 22 aprile non ha risolto alcuno dei dubbi che abbiamo sollevato settimana scorsa sulla legittimità dell’affidamento [clicca QUI]. La sindaca Cristina Citterio si è limitata a sostenere genericamente che va tutto bene. “Non c’è molto da aggiungere” secondo il primo cittadino. E la novità è che in data 21 aprile, il giorno in cui è stato depositato il question time dalla minoranza, “è stata convocata la società Sport City SSD per il giorno 30 aprile – ha dichiarato Citterio – per la sottoscrizione della convenzione e quindi la conclusione del percorso e della procedura, chiedendo tutta la documentazione necessaria”. A supporto è intervenuto anche il segretario comunale, il dott. Giovanni Balestra che ha ribadito: “Ovviamente tutti auspichiamo che il 30 aprile si faccia il contratto. Non conosco ulteriori elementi ostativi”.


Il capogruppo di Uniti per Lomagna Mauro Sala ha di contro citato i nostri articoli che rilevano più cause ostative all’affidamento della concessione e, a fronte dell’assenza di risposte pubbliche, ha sollecitato l’amministrazione a parlarne: “Se c’è qualcosa che non ha funzionato bene, secondo me è il posto giusto e il momento giusto per parlarne e noi potremmo darvi una mano su queste cose”. Ha sottolineato quindi il rischio di incappare in possibili problemi: “Se voi dite che la procedura è corretta non vorrei che magari dopo capitasse quello che non deve capitare. Secondo noi sono state fatte delle cose non corrette”. Sala ha portato all’attenzione le lamentele che l’imprenditore Pier Andrea Migliardi – escluso dalla procedura di affidamento per carenze documentali – ha rivolto all’amministrazione per mezzo della nostra testata [clicca QUI] sul mancato rispetto delle tempistiche.

“La legittimità del percorso è confermata dagli Uffici e dal dott. Balestra” ha replicato Citterio. La sindaca ha poi riflettuto: “Io personalmente ritengo che l’interesse sia quello di riuscire a partire con la rimessa in funzione del centro sportivo, che immagino sia l’interesse di tutti e di tutti i cittadini”. Il lavoro per la pratica riferita alla concessione sarebbe avvenuto “all’interno del percorso che era stato approvato”. Sulle tempistiche Citterio ha rimarcato: “Ci possono essere all’interno del procedimento amministrativo dei pezzetti che si allungano o si accorciano, ma questo non preclude il fatto che siano dei passaggi amministrativi corretti”.

L’ultima parola sul punto – nel question time inaugurale nella storia del Comune di Lomagna, durato in tutto sei minuti – è stata del consigliere Sala che, facendo prefigurare che il percorso di approfondimento della minoranza è solo agli inizi, ha concluso: “Va bene, se siete convinti. Noi aspettavamo questa risposta”.
M.P.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco