Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 404.724.463
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 25/07/2021
Merate: 16 µg/mc
Lecco: v. Amendoa: 17 µg/mc
Lecco: v. Sora: 3 µg/mc
Valmadrera: 19 µg/mc

Scritto Sabato 17 aprile 2021 alle 19:14

Cernusco: Technoprobe presenta a sindaci il centro vaccinale. La partenza il 19 aprile

È tutto pronto per l’avvio della campagna di vaccinazione di massa a Cernusco Lombardone, nello stabilimento della Technoprobe. Tra meno di 40 ore si comincia senza sosta dalle 8.00 alle 20.00 di lunedì 19 aprile e fino a quando ce ne sarà bisogno. Ai nastri di partenza, nel pomeriggio di sabato, c’erano i sindaci del territorio insieme a Cristiano Crippa, in rappresentanza della famiglia imprenditoriale, principale fautrice di questa importante collaborazione.


L’azienda, in forte crescita in questi anni e soprattutto in quello passato, ha avuto necessità di ampliarsi. Una fortunata coincidenza ha voluto che il nuovo padiglione fosse in fase ormai esecutiva mentre la campagna di vaccinazione stava cominciando. La famiglia Crippa si è poi messa a disposizione del sistema sanitario regionale, dichiarando di poter offrire gli spazi. Quindi l’accelerata dei lavori, con annesso parcheggio da 136 posti realizzato in tempi record. Questo sforzo costerà all’azienda cernuschese tra i 500 e i 700 mila euro, cifra che ovviamente non può essere ritenuta definitiva. In proprio la Technoprobe ha allestito gli spazi, pagherà il personale amministrativo (sono stati selezionati 18 dipendenti) che accoglierà gli utenti. Agli operatori sanitari coinvolti nei turni offrirà il pasto nell’area dedicata al primo piano, che avranno a disposizione servizi igienici e spogliatoi per il cambio d’abiti. Pagherà anche la guardia armata che vigilerà l’edificio nelle 12 ore notturne.
Tutto è stato calcolato nei dettagli. Per il momento saranno attive cinque linee. Gli spazi sarebbero ottimali per arrivare fino a 12, ma sembrerebbe che la ASST di Lecco al momento non sarebbe in grado di garantire il personale sanitario per coprire un maggior numero di turni. Ogni linea riuscirebbe a smaltire fino a un massimo di 12 vaccini all’ora. Le prove generali sono già state fatte. Resta solo la partenza ormai. Nella hall il personale amministrativo chiederà di misurare la febbre e registrerà gli accessi. Poi l’utente si potrà accomodare nel padiglione da 1.200 mq in attesa del colloquio con il medico per l’anamnesi. Quindi la somministrazione e infine il periodo di osservazione di 15 minuti per assistere il paziente nel caso in cui insorgessero eventuali reazioni avverse.


Galleria immagini (clicca su un'immagine per aprire l'intera galleria):




Fosse il contesto differente, ci sarebbe da festeggiare con un brindisi all’inaugurazione. Il tono di Cristiano Crippa è invece sommesso, conscio della difficoltà del momento per il territorio e per il Paese dopo un anno abbondante di pandemia. “Nel 2020 abbiamo avuto ampi ricavi anche grazie alla pandemia, che ha costretto molti a lavorare da casa utilizzando dispositivi elettronici. Il nostro settore ne ha certamente giovato e ci è sembrato giusto ricambiare in qualche modo. La nostra è una goccia nel mare – ha dichiarato l’imprenditore – Non è una iniziativa solo di Technoprobe. Se lunedì partiamo è anche grazie alle istituzioni locali che ci hanno creduto e con cui abbiamo collaborato. È una risposta del territorio”.
Preziosa è stata l’attenzione della Prefettura di Lecco, che è stata aggiornata sulle evoluzioni dell’iniziativa. Il Prefetto Castrese De Rosa ha consentito in via straordinaria che gli agenti di Polizia locale del circondario possano dare un supporto fattivo al corpo in servizio a Cernusco Lombardone. Ci saranno anche i volontari delle associazioni di Protezione civile del Meratese coordinati da Lecco, con sei persone per turno. Inoltre altri volontari locali pronti a dare una mano.



“Non era preventivato che questi spazi diventassero un hub vaccinale. Quando abbiamo visto tutti quanti le immagini del centro vaccinale al quarto piano dell’ospedale Mandic di Merate ci siamo resi conto che quel servizio non fosse adeguato alle esigenze degli anziani e non solo” ha commentato la sindaca Giovanna De Capitani “È a quel punto che è nata l’idea di mettere a disposizione questi spazi alla famiglia Crippa, che ringrazio a nome di tutti i sindaci. Ringrazio anche il Prefetto di Lecco, una persona operativa che si occupa in prima persona dei problemi”.
Il comodato d’uso con Technoprobe ha validità fino al 19 ottobre, ma Crippa ha assicurato che la struttura resterà a servizio del pubblico finché ce ne sarà bisogno. Poi si trasformerà in uffici e laboratori per l’attività della società.
M.P.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco