• Sei il visitatore n° 483.671.910
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 27 giugno 2011 alle 23:44

S. Maria: la proposta dei sindacati alla Candy, nuove produzioni e un contratto di solidarietà

Un momento del corteo

Una proposta concreta che la direzione aziendale dovrà valutare e sulla quale dovrà dare una risposta in occasione del prossimo incontro fissato per il 6 di luglio, nuovamente presso il Ministero dello Sviluppo Economico. L’hanno presentata i rappresentanti sindacali di Cgil e Cisl al gruppo Candy Bessel durante l’incontro promosso a Roma nella giornata di lunedì 27 giugno, per dare alla proprietà aziendale intenzionata a chiudere lo stabilimento di Santa Maria Hoè una valida alternativa al provvedimento che lascerebbe oltre 200 dipendenti senza un lavoro. La soluzione potrebbe essere trovata puntando sulla produzione di particolari componenti, su produzioni aggiuntive delle lavastoviglie e sulla Acquamatic, modello di lavatrice la cui produzione rimane tuttora vantaggiosa in Italia e che viene prodotta a Santa Maria. Alle forme di ammortizzatori sociali associate al ricollocamento di una percentuale di dipendenti proposti dalla Candy Bessel i sindacalisti hanno contro-proposto il mantenimento della sede produttiva con l’avvio di un contratto di solidarietà in caso l’ occupazione piena non possa essere mantenuta per tutti. “Dall’azienda ad oggi non sono giunte richieste di procedure di mobilità alla Regione o al Ministero” ha spiegato il segretario generale Fim Cisl Lecco Enrico Civillini. “Speriamo che fino al 6 luglio la proprietà dimostri lo stesso comportamento responsabile, valutando i termini del documento presentato oggi. Il contratto di solidarietà, se fosse necessario, consentirebbe di tenere aperto il sito produttivo distribuendo le mansioni fra tutti i lavoratori, guadagnando tempo prezioso”. Con il secondo incontro il 6 luglio presso il Mise si saprà se quella che sembra una seppur minima apertura da parte della Candy permetterà ai 200 dipendenti del meratese di mantenere il loro posto di lavoro.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco