Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 413.631.303
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Sabato 17 aprile 2021 alle 08:08

Risposta doverosa a ''un lettore''

Caro lettore,
non si preoccupi, io sono sempre sereno e mi diverto un sacco a leggere interventi ricchi di sgrammaticature). Primo: lei crede davvero che esiste qualcuno che invidioso (mi scusi mi prendo una pausa per le risate), cerca di boicottare la festa di Sartirana? Ma chi: oscure presenze? Voldemort? O forse si prova invidia per la qualità eccelsa delle salamelle e delle patatine? Secondo: il cemento di Cassina e quello di Sartirana pari sono. E' sempre cemento colato su terreni degli stessi sartiranesi e cassinesi, che negli anni ne hanno chiesto la trasformazione da agricolo a edificabile per poi venderlo e monetizzare. E per lavarsi la coscienza, andavano in giro a giustificare la cosa affermando sottovoce, che lo facevano per fare la "casettina" ai figli. Quindi ripeto, non lamentatevi che nessuno ha imposto cemento a nessuno. Terzo: il lago non è dei sartiranesi, se ne faccia una ragione, è della collettività. Se è vostro, allora pagatevi i costi di gestione, non fateli pagare alla collettività. Quarto: sa cosa dicono a Corleone? Che Corleone è dei Corleonesi. Stia sereno lei.
Alberto
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco