Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 413.154.586
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Venerdì 16 aprile 2021 alle 09:00

Cernusco: Ifnc e Clbc chiedono di portare in assise il caso della segretaria Manfreda

La dottoressa Maria Antonietta Manfreda
Non è ancora stata scritta la parola "fine" nella vicenda sulle esternazioni della segretaria comunale di Cernusco Lombardone, la dott.ssa Maria Antonietta Manfreda. Almeno è così per i due gruppi di minoranza. In forma congiunta IFNC e CLBC hanno depositato la richiesta di trattare in seduta straordinaria la questione in un Consiglio comunale. Se venisse recepita dalla sindaca Giovanna De Capitani con favore, la riunione avverrebbe verosimilmente a porte chiuse, in seduta segreta, in assenza della segretaria per incompatibilità.
"Avevamo chiesto la convocazione di una conferenza dei capigruppo, ma è stata intrapresa un'altra strada. A questo punto ci siamo sentiti di chiedere un Consiglio comunale straordinario. È un nostro dovere civico prendere atto della situazione che si è venuta a creare e capire quali siano le motivazioni delle scelte assunte" commenta il capogruppo di Identità e Futuro Nostro Cernusco, Gennaro Toto. Da chiarire sarebbe il rapporto attuale tra la sindaca e la segretaria e il clima negli Uffici comunali nelle relazioni tra la dott.ssa Manfreda e i dipendenti. "Penso sia opportuno un confronto fra tutti gli amministratori per scambiarci le nostre e le loro riflessioni su quanto avvenuto durante lo scorso Consiglio comunale - sostiene Toto - Vorremmo capire se c'è un modo per andare avanti in continuità con questa situazione, se il sindaco ha ricomposto la fiducia verso la segretaria e se si è ricucito lo strappo all'interno dell'organico comunale".
Sulla stessa linea di pensiero anche Salvatore Krassowski, capogruppo di Cernusco Lombardone Bene Comune, che vorrebbe venissero prodotte le due relazioni al Prefetto elaborate dalla sindaca e dalla segretaria per prendere atto del loro contenuto. "Mi meraviglio che il sindaco e la maggioranza non abbiano sentito di portare in Consiglio comunale questa vicenda - afferma il consigliere di CLBC - Seppur la scelta del segretario avviene come atto fiduciario del sindaco, dopotutto è il Consiglio comunale che ha nominato il segretario".
Tutti e tre i gruppi consiliari, sia di maggioranza che di opposizione, avevano preso le distanze dalle parole della dott.ssa Manfreda in Consiglio comunale, ormai un mese fa, quando aveva lamentato la bassa scolarizzazione del personale e proposto la necessità di stimoli culturali ed economici per alcuni dipendenti. Aveva inoltre tirato in causa il nome dell'ex dipendente Michela Cavalli imputandole errori. Infelici erano apparse alcune considerazioni sulle donne [clicca QUI]. "Chiederemo di valutare la possibile interruzione della collaborazione con la segretaria - torna sul punto nevralgico Krassowski - Non possiamo accontentarci di quello che dice il Prefetto. Non possiamo accontentarci nemmeno delle dichiarazioni pubbliche fatte dalla sindaca sulla stampa perché potrebbero non risultare esaustive per approfondire la vicenda, mai quanto potrebbe avvenire in un confronto con tutti i consiglieri".
Non è ancora certo se il Consiglio comunale straordinario verrà convocato. Secondo il primo cittadino De Capitani potrebbero non essercene le condizioni. "Ho sentito il Prefetto e mi ha riferito che la questione non è di competenza del Consiglio comunale - dichiara la sindaca cernuschese - Non ho ancora avuto modo di mettere la testa sulla richiesta dei gruppi di minoranza. Sono giornate molto piene in vista dell'apertura, il 19 aprile, del centro vaccinale di Cernusco Lombardone alla Technoprobe. Valuterò se sia più corretto trasmettere ai consiglieri un'informativa sulla questione della segretaria comunale".
M.P.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco