Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 392.735.599
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 04/05/2021
Merate: 23 µg/mc
Lecco: v. Amendoa: 18 µg/mc
Lecco: v. Sora: 17 µg/mc
Valmadrera: 14 µg/mc
Scritto Venerdì 16 aprile 2021 alle 08:28

Robbiate: passa la delibera su Retesalute con due ''emendamenti'' della minoranza

L’assemblea consigliare di Robbiate si è aperta con la discussione sulle sorti dell’Azienda Retesalute. Il sindaco Daniele Villa, dopo aver elencato i contenuti chiave presenti nella proposta di delibera, si è espresso dicendo che “il primo concetto è quello di far valere la sostanza sulla forma e indipendentemente dall’approvazione dei bilanci emerge che, nella sostanza, l’Azienda ha un patrimonio netto negativo e soprattutto, in base ai pareri emessi dalla Corte dei Conti, i debiti devono essere ripianati dai Comuni.” “In merito alla situazione di insolvenza in cui versa l’Azienda – ha continuato il primo cittadino – oggi più che mai è necessario eliminare ogni dubbio e giungere ad una decisione. Comprendo che non sia il tragitto ottimale, perché piacerebbe a tutti, me compreso, versare quei soldi, peraltro già accantonati dall’Amministrazione, ma i tecnici sono prudenti e questo soprattutto a tutela dei comuni.”


Di fronte alle premesse del Sindaco è intervenuto il capogruppo di “Cambia Robbiate”, Alessandro Danza, avanzando due emendamenti al testo della delibera: il primo si è tradotto in una richiesta al Sindaco di sottolineare e ribadire affinché dia indicazione per l’assegnazione delle passività alle quali dovranno contribuire i comuni sulla base del valore dei servizi per cui si ha usufruito. In altre parole, coloro che hanno avuto delle “agevolazioni” sui servizi ricevuti in passato è bene che contribuiscano maggiormente. Il secondo indirizzo ha richiesto la trasmissione della delibera emendata alla Procura della Repubblica affinché vada a cercare eventuali responsabilità emerse, “dunque se vi è stata una mala gestio o dei responsabili è giusto che via sia un organo preposto e neutro a stabilirlo, e che ne rispondano. Contrariamente, coloro che sono stati imputati ingiustamente è bene che abbiamo la possibilità di liberarsi di quest’ombra” ha concluso il consigliere di minoranza, Danza.
Gli emendamenti sono stati entrambi accolti, il primo inserito a verbale sotto forma di indirizzo al Sindaco, e il secondo come emendamento al testo della delibera (tra l'altro, ha spiegato il sindaco, la Procura ha già avuto delle segnalazioni in merito da parte un comune). Alla votazione, il consiglio ha portato a casa la totalità dei voti favorevoli.
F.Fu.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco