Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 392.863.493
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 04/05/2021
Merate: 23 µg/mc
Lecco: v. Amendoa: 18 µg/mc
Lecco: v. Sora: 17 µg/mc
Valmadrera: 14 µg/mc
Scritto Mercoledì 14 aprile 2021 alle 19:18

Meratese: coi punti della spesa donati alle 'Gatte randagie', sostenute ben 18 coloni

300 persone coinvolte, 333.000 punti raccolti convertiti in 2997 euro di spesa, 18 gattare sostenute e decine di felini che sono stati sfamati e curati.
Da una “lampadina” che si è accesa improvvisamente nella fervida mente di Paola è nata una catena di collaborazione e di aiuto che ha portato a un risultato eccezionale.




Il 21 di marzo, infatti, scadeva la raccolta punti dell'Esselunga. Di questi tanti vanno persi in quanto il titolare della card non sempre riesce a raggiungere il minimo per essere utilizzato oppure se ne dimentica.
“E se provassimo a raccogliere gli avanzi per l'acquisto di cibo per i gatti delle colonie?” si è chiesta la volontaria delle Gatte Randagie, associazione che ha sede a Robbiate ma che opera un po' in tutto il territorio. Detto fatto il meccanismo si è messo in moto: è bastato un messaggio fatto circolare in rete e l'idea è stata subito accolta e messa in pratica.





Su una scheda Esselunga sono stati fatti confluire i punti “donati” che pian piano sono diventati sempre più numerosi. “Man mano che li accumulavo al raggiungimento della soglia di 36mila parlavo con responsabile reparto animali signora Giusy Citeri che mi ha supportato in questo progetto, e facevo gli ordini di cibo” ha raccontato Paola “Dopo qualche giorno arrivava la merce, la ritiravo e procedevo agli acquisti e poi alla distribuzione”.





Il successo dell'iniziativa, cresciuto di giorno in giorno grazie anche al passaparola che ha raggiunto persone fuori dal meratese (addirittura ci sono state donazioni di punti dalla Toscana), ha permesso di allargare anche la tipologia di merce acquistata, con detersivi, sacchi della spazzatura, alcool e tutto quanto necessario per igienizzare e di dare un aiuto anche al canile di Merate.





“Siamo felicissimi della riuscita dell'iniziativa, non ci aspettavamo così tante adesioni. Il nostro grazie va a tutti coloro con un piccolo gesto ci hanno consentito di raggiungere un grande risultato” ha concluso Paola a nome di tutte le gatte randagie, sia le volontarie che...le gatte in senso letterale.
S.V.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco