Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 392.742.541
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 04/05/2021
Merate: 23 µg/mc
Lecco: v. Amendoa: 18 µg/mc
Lecco: v. Sora: 17 µg/mc
Valmadrera: 14 µg/mc
Scritto Martedì 13 aprile 2021 alle 07:54

Olgiate: borse di studio e benemerenze, in consiglio cerimonia nel giorno del patrono

Lunedì 12 aprile è da sempre per gli olgiatesi una giornata speciale, essendo la festa del patrono San Zeno. Con l'occasione, l'Amministrazione comunale nel pomeriggio di ieri ha convocato un consiglio comunale interamente dedicato alla consegna delle borse di studio storiche locali e delle benemerenze civiche.

Don Emanuele e il sindaco Giovanni Battista Bernocco

La premiazione di Manilo Magni

Il premio di 500 euro, messo in palio dal Comune per promuovere lavori di ricerca che riguardino il passato del paese, è andato (come avevamo riportato in questo articolo) al ricercatore Fabio Montella. Con il suo contributo, intitolato ''Questi giorni di ansia terribile'', l'autore ha ricostruito ciò che ha significato ad Olgiate la pandemia della spagnola avvenuta nel primo dopoguerra.

Primo a sinistra don Giancarlo Cereda

''Sono particolarmente onorato di ricevere questo premio in una occasione in cui i medici di base vengono insigniti della benemerenza civica'' ha commentato Montella collegato da remoto con il consiglio comunale. ''Oggi come allora siamo nelle loro mani. Anche un secolo fa, durante l'epidemia della spagnola, nei paesi dove c'era personale sanitario preparato, la cittadinanza riusciva a contenere l'epidemia''.

La consegna della benemerenza civica ai medici di base, ritirata dai dottori Roberto Pezzuto e Anna Villella

Un volontario della Sbiellata ritira la benemerenza civica

Donatella Gilardi riceve la benemerenza civica assegnata alla memoria del padre Franco, storico fondatore dell'Auser

Presente alla cerimonia anche Manilo Magni, autore dell'elaborato ''Una pietra d'inciampo in ricordo di Paolo Carpi'', che insieme all'elaborato della terza partecipante al concorso, Sara Molteni, ha ricevuto una menzione di merito per la partecipazione al concorso. L'assessore Matteo Fratangeli ha comunicato nel corso della cerimonia che l'Amministrazione ha recepito l'invito avanzato da Magni con il suo lavoro e ha attivato la procedura per porre una pietra d'inciampo in ricordo di Carpi a Monticello.





Dopo le borse di studio, è stata la volta delle benemerenze civiche. Per primi sono stati premiati i medici di base, i pediatri e tutti gli operatori sanitari per gli sforzi compiuti e in atto nel corso della pandemia. A ritirare il premio la pediatra Anna Villella e Roberto Pezzuto, il quale ha innanzitutto ricordato i colleghi scomparsi per Covid nel marzo di un anno fa, i dottori Ivan Mauri e Anna Maria Focarete, e nel corso del suo intervento ha poi caldeggiato una spinta nella campagna della vaccinazione, che a suo avviso andrebbe incentivata attraverso i centri vaccinali più piccoli come quello allestito dai Comuni del Presst ad Olgiate, in viale Sommi Picenardi.

A ricevere dal sindaco la targa della benemerenza civica sono stati poi i volontari della Sbiellata Sanzenese, premiati per il successo della manifestazione benefica organizzata dal 2010 al 2019 e per l'impegno profuso durante la pandemia.



Il consiglio comunale ha quindi consegnato una benemerenza civica alla memoria di Franco Gilardi, storico fondatore dell'Auser. A ritirarla la figlia Donatella.
A.S.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco