Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 393.351.604
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 06/05/2021
Merate: 22 µg/mc
Lecco: v. Amendoa: 10 µg/mc
Lecco: v. Sora: 13 µg/mc
Valmadrera: 12 µg/mc
Scritto Lunedì 12 aprile 2021 alle 16:46

Montevecchia: soste a pagamento e Ztl in alta collina. La risposta all'interrogazione

Nel corso del consiglio comunale che si è riunito a Montevecchia nella mattinata di sabato 10 aprile, il sindaco Franco Carminati ha fornito una serie di risposte ai quesiti contenuti in un'interrogazione presentata dal consigliere Marco Panzeri (clicca qui per l'articolo a riguardo) rispetto alla gestione viabilistica del paese. L'ex assessore, come prima cosa, chiedeva perché nel progetto che prevede l'istituzione di parcheggi a pagamento non è stata ricompresa l'area della Panoramica, se ci saranno delle eccezioni, e come eventualmente saranno regolamentate, per i cittadini che si devono recare alle poste, i lavoratori, i residenti e i volontari del Parco del Curone. Come aveva chiarito poco prima il vicesindaco Edoardo Sala durante l'illustrazione del bilancio, il Comune si avvarrà di un servizio esterno per gestire le soste a pagamento, e prevede di ricavare 12mila euro annuali. ''Ci siamo limitati all'istituzione della sosta a pagamento sui principali tre pacheggi dell'alta collina e non su quello di panoramica perchè, partendo con un modello a servizio e non ad investimento come abbiamo visto, prima di allargare questo sistema dal punto di vista dei volumi volevamo poter monitorare il suo bilanciamento sugli aspetti di costo, di impatto, legati al turismo e di chi risiede in queste zone'' è stata la risposta del sindaco alla prima parte dell'interrogazione. ''Sicuramente, se riusciremo a partire nel 2021, l'anno prossimo avremo in mano tutti gli elementi che ci consentiranno di allargare il progetto''.



Per i dipendenti del Comune e delle Poste, il Comune - ha proseguito Carminati - ha indivudato la soluzione delle ''free card'' che possono essere utilizzate il sabato mattina. Rispetto alla tariffazione, il sindaco ha riferito che è stato scelto un concetto di semplicità: 50 centesimi ogni venti minuti, pagamento minimo per la sosta, e quindi 1,50 euro per un'ora. Per gli operatori di Piazza Agnesi, inoltre, sarà possibile avere uno sconto del 30% sulla tariffa per i propri dipendenti. Infine, per andare incontro alle esigenze dei residenti, il Comune posizionerà nella stessa zona otto parcheggi a striscia gialla. Il sindaco ha quindi dato risposta ai quesiti avanzati da Panzeri in merito alla deprovincializzazione della Sp68 e la conseguente attivazione della zona a traffico limitato. ''Confermo che è stato il Comune a richiedere la deprovincializzazione della strada avendo individuato la Ztl come modello gestionale dell'alta collina dopo lunghi anni di lavoro, iniziati addirittura nel 2016'' ha spiegato Carminati. ''Da subito era emerso il problema di realizzare una Ztl su una strada che non è comunale. Il momento di svolta, dopo diverse sollecitazioni alla Provincia, è arrivato nel febbraio del 2021, in una riunione in cui con il Parco e gli altri Comuni limitrofi si è convenuto che il problema dell'impatto turistico sia arrivato nel 2020 a livelli eccezionali. La novità di quella riunione è stata sicuramente la posizione della Provincia, che chiedeva di non indugiare più nella deprovincializzazione della Sp68 dato che la Regione le aveva chiesto di portare risultati concreti nel declassidicare strade che non ha più senso che siano provinciali''. Rispetto all'attivazione della Ztl Carminati ha spiegato che il Comune è al lavoro per implementare a livello di software il sistema, che dovrà riuscire ad essere il più autonomo possibile, senza richiedere l'intervento della Polizia Locale. Sul servizio navetta, che riprenderà non appena sarà istituita la zona gialla, il sindaco ha invece spiegato che verrà introdotto un voucher affinchè il servizio risulti a pagamento per gli utenti.
A.S.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco