Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 414.480.559
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Domenica 11 aprile 2021 alle 19:08

Lomagna: inaugurata la statua di san Michele a Corte Busca

Un anno e due mesi senza che il Covid abbia mai intaccato il Centro anziani di Lomagna. Scrupolosità nel rispettare le misure preventive, fortuna e, per chi ci crede, anche provvidenza. Dalla devozione a san Michele Arcangelo dell’ex responsabile di Corte Busca, Maurizio Volpi, è nata l’idea di destinare uno spazio dedicato al santo, con una statua che lo raffigurasse. La statua, che riproduce quella presente nel santuario sul Gargano, rappresenta il principe delle milizie celesti nell’atto di calpestare satana per renderlo inoffensivo. Vestito da legionario mentre impugna una spada, l’arcangelo vigila e rassicura. Un auspicio di protezione per gli anziani della struttura e il suo personale.


https://youtu.be/i3qK8_xdJq0

L’inaugurazione della statua è avvenuta a mezzogiorno di oggi, nella domenica della divina misericordia. Con gli ospiti degli alloggi protetti seduti nel salone dietro alla vetrata d’ingresso, un commosso Maurizio Volpi ha spiegato l’origine di questa iniziativa. “Io e la mia famiglia siamo molto devoti a san Michele, uno dei tre arcangeli, l’unico oltre alla Madonna ad aver sconfitto il diavolo – ha dichiarato Volpi – In questi mesi, anche senza la statua, io ho continuato a pregarlo e a ringraziarlo per aver protetto il Centro”.

Maurizio Volpi

La responsabile del Centro anziani Monica Lanzani

La statua è stata portata a Corte Busca con il contributo della parrocchia di Lomagna e l’Acli. A titolo volontario, l’ing. Roberta Bonanomi ha seguito la progettazione del basamento, della colonna in marmo, l’armonizzazione dei colori, con il calcolo delle distanze da mantenere e delle misure da adottare, coordinandosi con il centro anziani, la parrocchia e il Comune. È stata proprio lei, insieme alla piccola figlia, a levare il velo durante la cerimonia di inaugurazione. Il parroco don Lorenzo ha benedetto la statua e tutti i presenti. Sono stati quindi recitati una preghiera e l’atto di affidamento a san Michele arcangelo. Ad accompagnare alla chitarra e a mettere di buon umore gli anziani è intervenuto il volontario Giorgio Crippa, suonando e cantando il brano aggiornato per l’occasione “Madonnina dai riccioli d’oro”, mentre un’anziana di Corte Busca ha deposto una corona di fiori alla base della statua.

Il presidente della cooperativa L'Arcobaleno Renato Ferrario

All’evento erano presenti anche la sindaca Cristina Citterio; il presidente della cooperativa L’Arcobaleno che gestisce il Centro anziani, Renato Ferrario; oltre alla neo-referente della struttura Monica Lanzani.
M.P.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco