Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 390.059.102
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 15/04/2021
Merate: 17 µg/mc
Lecco: v. Amendoa: 11 µg/mc
Lecco: v. Sora: 10 µg/mc
Valmadrera: 11 µg/mc
Scritto Giovedì 08 aprile 2021 alle 18:38

Mandic e ferie obbligate: pensieri e parole di una paziente

Gentile redazione,

Ho seguito con attenzione e con profondo rammarico la vicenda del Mandic che avete raccontato in questi giorni, riguardo le ferie forzato nel reparto di Ostetricia.
Io mi chiamo Giulia e sono una paziente della Dottoressa Anna Biffi, una delle prime persone a ritrovarsi vittima di questi provvedimenti che reputo ingiusti ed eccessivi. Il fatto che un professionista che ha fatto del suo lavoro una missione si ritrovi ad aver accumulato negli anni molti giorni di ferie, è un qualcosa che a mio avviso va solo ad enfatizzare quanto questa Dottoressa straordinaria abbia rinunciato ad un suo diritto per mettere al primo posto le sue paziente e le piccole vite che vede nascere ogni giorno. C'è solo da ammirare una persona come lei e sono certa che se tutti i medici mettessero lo stesso impegno e dedizione che la Dottoressa Biffi ha sempre dimostrato ponendo il bene del paziente come prioritario rispetto a qualunque altra cosa, vivremmo tutti in un mondo migliore e più sano.
Il giuramento di Ippocrate, che dovrebbe essere il cardine di qualunque medico, recita: " giuro di perseguire la difesa della vita, la tutela della salute fisica e psichica dell'uomo e il sollievo della sofferenza, cui ispirerò con responsabilità e COSTANTE impegno scientifico, culturale e sociale". Quindi mi chiedo: com'è possibile punire una persona che ha solo e sempre messo in atto questo stesso giuramento, sopra ogni cosa?
Obbligare una Dottoressa ad assentarsi dal suo lavoro per intere settimane, vorrebbe dire privare decine di sue pazienti di un punto saldo e di un riferimento fondamentale in momento delicatissimo della vita di donne, mamme e neo-mamme. Lasciate a lei la possibilità di scegliere come gestire al meglio il tutto, in rispetto della sua professionalità e delle relazioni con le sue pazienti. La Dottoressa Biffi non si tocca!

Giulia
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco