Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 414.512.920
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 07 aprile 2021 alle 12:41

Mandic Ostetricia: se la voce delle pazienti conta qualcosa, io alzo la mia

Spettabile Redazione
Buongiorno.
Mi chiamo Federica e ho letto con sorpresa, nel senso negativo del termine, l’articolo da Voi pubblicato il 5 aprile sul tema in oggetto.
Scrivo perché vorrei far sentire la mia voce, e sono certa di rappresentare anche innumerevoli altre pazienti, ritenendo oltraggiosa e assolutamente insensata la decisione, peraltro univoca, di far godere le ferie arretrate alla Dottoressa Anna Biffi in un’unica soluzione, poiché di fatto significherebbe togliere a noi pazienti un punto di riferimento unico e insostituibile, nonché andare a ledere l’operatività di un reparto, l’ostetricia, che è risaputo funzioni armoniosamente e funzionalmente.
Mi chiedo, perché?
Sono paziente della dottoressa Biffi da anni, ha fatto nascere la mia prima figlia salvandola letteralmente in extremis da una situazione quasi disperata e ora che sono di nuovo in attesa, con un’altra gravidanza difficile, la dottoressa è il mio punto di riferimento senza la quale mi sentirei a dire poco sperduta. Non voglio un sostituto da Lecco, in quanto non necessario. Non voglio che queste manovre “politiche”, che poco o nulla hanno a che vedere con il rispetto dei pazienti e dei medici, compromettano la mia gravidanza né quella di tante altre donne che si affidano all’esperienza, competenza e umanità della dottoressa Biffi.
Questa lettera aperta è una protesta a tutti gli effetti contro questo sistema.
Se la voce delle pazienti conta qualcosa, io alzo la mia.
 
In fede
Federica Nava
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco