Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 414.512.180
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 07 aprile 2021 alle 12:05

Merate: sull'intitolazione delle scuole alle donne e la risposta sguaiata della maggioranza

Gentile Redazione,
vorrei proporre il mio intervento sul dibattito relativo alla proposta di intitolazione delle scuole primarie a figure femminili:

Da genitore di un alunno della scuola Primaria di Sartirana desidero esprimere pieno sostegno alla proposta della Consigliera Riva circa la necessità che le istituzioni, a tutti i livelli, si adoperino in azioni simboliche e concrete volte a colmare quella disparità di genere che è uno dei principali fattori di arretratezza del nostro Paese.
La sguaiata risposta della maggioranza consiliare rende assolutamente evidente la mancanza di rispetto nei confronti di una consigliera (donna guarda caso) che ha semplicemente avanzato una proposta di buon senso e si ritrova apostrofata con l’epiteto, dal loro punto di vista insultante, di “scolaretta delle Fratocchie”.
Patrizia Riva, tra l’altro, è impegnata da anni in importanti e concrete iniziative a favore delle donne, quindi la sua mozione non è un atto puramente simbolico ma si pone in continuità con una vita politica di impegno contro la violenza e per l’empowerment.
Vorrei dunque manifestare anche alla consigliera la mia piena solidarietà.
Aggiungo che la proposta non è certo in opposizione alla libera espressione degli organismi scolastici anche perchè, recentemente, la Dirigente dell’Istituto Comprensivo ha inviato a tutte le famiglie una circolare, molto coraggiosa (visto anche il contesto Comunale…), che riprendendo una comunicazione del Ministro dell’Istruzione, ha indicato un chiaro impegno della scuola a favore di iniziative che promuovano la parità di genere. Le parole sono importanti e il messaggio della Dirigente mi ha fatto particolarmente piacere.
Mi auguro quindi che la proposta avanzata non resti inascoltata e, se la politica locale non è all’altezza, saranno la società civile, la scuola e le famiglie a farsi promotrici di un cammino di uguaglianza e rispetto doveroso e urgente.
Isabella Lavelli, già Assessore all’Istruzione del Comune di Olgiate Molgora
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco