Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 414.501.850
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Martedì 06 aprile 2021 alle 11:23

Merate: per i nostri governanti locali essere stati eruditi evidentemente è una vergogna e un demerito


Egregio Direttore,
leggo sul suo giornale la risposta del gruppo di maggioranza al comunicato stampa di Cambia Merate, sul tema dell'intitolazione delle Scuole Primarie di Sartirana e Montello a due donne, e devo confessare che prima ancora del merito, quello che colpisce è il tono del commento.
Definire imbarazzante una nota che esprime un legittimo pensiero politico sulle risposte ricevute in sede di Commissione Cultura e Istruzione è un evidente sintomo di carenza di rispetto istituzionale che, va da sè, poche righe dopo, si traduce in parole di derisione e disprezzo per la consigliera Riva, definita "scolaretta erudita alle Frattocchie". Evidentemente, per i nostri governanti locali essere stati eruditi, in qualsivoglia contesto, è da ritenersi una vergogna e un demerito, se ne prenda atto.
Infine, una breve riflessione sulla risposta fornita in Commissione dall'assessore Maggioni, in merito alla presunta discriminazione che gli uomini soffrirebbero, se venissero a priori esclusi dalla lista dei canditati all'intitolazione: gli uomini possono essere/essere stati/saranno oggetto di discriminazione nel corso della loro vita a causa del credo religioso che professano, o per il colore della loro pelle, per l'orientamento sessuale oppure perché poveri o reietti, ma mai, nemmeno per un attimo, nella Storia dell'umanità un uomo è stato discriminato per il solo fatto di essere un maschio, cosa che invece è l'essenza della disparità di genere. E che un'assessora alle Pari Opportunità non colga questa piccola, fondamentale differenza lascia davvero interdetti.
 
Un caro saluto.
Franca Rosa
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco