Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 419.960.399
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Venerdì 02 aprile 2021 alle 12:09

Raccolta rifiuti, ad Alberto

Caro Alberto
 
I miei felini non hanno i denti a sciabola - nessun animale li ha più da qualche milione di anni direi, e se li avessero avuti mi avrebbero mangiato e non ero qui a scrivere... - e hanno la taglia di un gatto, magari un po' pasciuti ma sempre gatti. Presi per non farli finire in mezzo alla strada, ma non nel Serengeti. Ho provato con le lettiere biodegradabili, ma sul discorso risparmio ho delle forti perplessità (la lettiera normale costa... 40 centesimi al chilo? Quelle bio no), ma le mie perplessità più grandi riguardano la funzionalità. Per il costo ci ho messo il cuore in pace, sono vegetariano e comprare cibo "adatto" mi costa mediamente 15 Euro al chilo anche se per il 90% è fatto di soia - non esattamente un cereale raro - roba che posso trovare carne di qualità in offerta a meno della metà, al supermercato; ma che ci vogliamo fare? Questo mondo non premia le scelte virtuose e mi sembra che i
risultati si vedano...
Le lettiere biodegradabili che ho provato erano troppo grosse come grana: altro che palletta, si formava un pompelmo che come lo raccoglievo si sbriciolava o quasi e mi toccava usare molta più sabbia e quindi spendere più soldi. Però mi scusi, non ho capito, sono in torto io? A cosa serve tracciare i rifiuti delle persone? Che se domani qualcuno lascia la spazzatura nel parco del Curone o da qualsiasi altra parte lo farà col suo sacco
tracciabile? Eh bravo str***o mi vien da dire. Se già quando le giunte mettono delle fototrappole non si sapesse sarebbe qualcosa, e comunque io personalmente se volessi (vorrò?) aggirare questa norma mi procuro dei sacchi bianchi anonimi e li lascio in giro - pieni di cacca di gatto, ma detto fra noi a questo punto mi sto esponendo troppo per farlo davvero - oppure troverò un altro modo per fare come pare a me. O forse, come a me pare giusto, perché ritengo che il sistema sia sbagliato. Già in Italia non ci batte nessuno ad aggirare le regole e farci gli affari nostri, se poi le regole sono scritte in maniera discutibile... (e anche su questo mi pare che siamo parecchio bravi come Paese). Per riagganciarmi al discorso del vegetariano, quanti sanno che è permesso dalla legge (addirittura a livello Europeo) usare i fanghi di risulta dei depuratori per concimare i campi? Nei fanghi di risulta c'è di tutto, altro che la cacca dei gatti o delle persone. Tutto quello che chiunque scarica nel water, a cominciare dai fluidi corporei. Qualsiasi fluido corporeo, di chiunque. Va bene, poi vengono trattati chimicamente (quando lo fanno...) per renderli innocui da un punto di vista sanitario, però... Beh però che schifo. Avessi dei figli, non so se vorrei dar loro da mangiare quella frutta e verdura. E allora o mi faccio l'orticello o compro cibo biologico. Che costa il triplo di quello concimato coi fanghi dei depuratori (col bio è vietato. Diciamo che lo sarebbe, più della buona fede...). Beh forse è quellla regola che è sbagliata, e forse andrebbe "aggiustata". Io preferisco cercare di cambiare le cose che posso - anche semplicemente scrivendo ad una testata locale - anziché subire passivamente qualsiasi decisione. Anche perché, a questo punto, la soluzione migliore sarebbe cambiare casa e andare a stare al piano terra, i gatti la fanno in giardino e io la lettiera me la dimentico. Oppure mi libero dei gatti e il sacco dell'indifferenziata lo metterò fuori ogni 2-3 mesi, quando è completamente pieno ma leggero.
Sì ma è l'uomo che è fatto per il Sabato o è il Sabato che è fatto per l'uomo..?
 
Un caloroso miao anche a lei. Anzi, due come i miei gatti
Matteo
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco