• Sei il visitatore n° 495.866.060
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 31 marzo 2021 alle 19:16

Airuno: sul DUPS la maggioranza perde il voto del cons. Ferrario che si astiene

Il consigliere Bruno Ferrario (foto d'archivio)
È stato un consiglio comunale anomalo quello tenutosi ad Airuno nella mattinata di mercoledì 31 marzo, conclusosi con un piccolo colpo di scena. Uno degli esponenti della maggioranza, il consigliere con delega allo sport Bruno Ferrario, si è infatti astenuto durante la votazione per la nota di aggiornamento al DUPS (documento unico di programmazione semplificato) e al bilancio di previsione.
A presentare la voce finanziaria, l’assessore incaricato Adriana Rossi: “Quest’anno siamo riusciti ad approvare un bilancio con più respiro, grazie alla rinegoziazione dei mutui che ha visto prorogare le scadenze al 2043”. Le entrate tributarie sono rimaste invariate, così come la spesa sull’organico, nonostante l’assunzione prossima di un dipendente in ufficio demografico e l’aumento da 24 a 36 ore di un lavoratore di categoria B a causa di una sostituzione.
È cresciuta, invece, la spesa che il comune di Airuno destina all’assistenza educativa scolastica, a causa dell’aumento dei fruitori che la necessitano, così come la voce di bilancio relativa ai disabili ed agli anziani che si trovano nelle residenze. Allo stesso modo, è stato ridotto del 10% il rimborso spese per le rette dei ragazzi in comunità, “un altro punto che impatta negativamente sul bilancio”, come ha commentato Rossi.
Le uscite sono così divise: 7.000 euro per l’installazione di due nuovi impianti di videosorveglianza, già anticipati nel consiglio scorso, posizionati in via Isonzo e ad Aizurro. 11.000 euro andranno invece alla messa a norma degli impianti elettrici, mentre per la potatura e l’abbattimento di alberi definiti ‘pericolosi’ in seguito ad una perizia agronoma saranno investiti 6.000 euro. Le cifre più consistenti provengono dagli 88.000 euro per il recupero e la valorizzazione dei sentieri, finanziati anche grazie ad un contributo regionale, e dai 52.600 euro per la bonifica dell’amianto alla scuola dell’infanzia. 50.000 euro saranno poi destinati al parcheggio in via Postale Vecchia, e la stessa cifra è stata stanziata per il marciapiede in località Prada  e al rifacimento del parapetto della strada che porta alla frazione di Aizurro, grazie ad un contributo regionale di 100.000 euro.



L’incarico di progettazione per il piano di rigenerazione urbana dell’edificio comunale pesa poi per 85.000 euro. L’assessore al bilancio Adriana Rossi ha poi annunciato l’intenzione dell’attuale amministrazione di investire su un polo sportivo, un polo culturale ed un centro di raccolta. “Vogliamo poi puntare sull’economia locale e sulla sicurezza, per cui abbiamo attivato il controllo di vicinato e i pattugliamenti serali”. Altre voci riguardano il territorio - con la sistemazione dell’alveo dei torrenti Tolsera e Valcamoggia, l’alzata di muretti a secco e la liberazione dei corsi d’acqua -  lo sport, il tempo libero e il sostegno a scuola, associazioni, anziani e disabili.


L'assessore Adriana Rossi, il sindaco Alessandro Milani e il segretario, dott.sa Francesca Zotti



Al termine della presentazione dell’assessore Rossi, la parola è passata alla minoranza: il consigliere Adele Gatti ha puntualizzato il fatto che, per quanto riguarda il progetto di rigenerazione urbana, Airuno è ancora in una fase di domanda del finanziamento. Alla richiesta di delucidazioni sul progetto riguardante il Municipio, l’assessore ai lavori pubblici Claudio Rossi ha elencato la previsione del piano dei lavori, che vede una messa a nuovo dell’edificio, risalente al 1936 e che necessita un intervento importante.
A questo punto, la minoranza di “Progetto Comune” ha proposto, nel caso in cui si ripresentasse l’opportunità di richiedere un finanziamento, di realizzare un parcheggio in località Cerè, sulla strada che conduce verso il Santuario della Madonna della Rocca, che negli ultimi mesi è stato riscoperto come piccolo tesoro locale da molti.
La critica più grossa è arrivata poi da Gianfranco Lavelli circa la palestra, “un’opera ribadita più volte durante la campagna elettorale, che ora non viene più citata, anzi c’è solo una piccola annotazione che cita ‘ci impegneremo a reperire i fondi necessari’. Un altro giudizio negativo poi sulla rotonda davanti all’oratorio, ancora in attesa di completamento e che sembra non rientrare più tra i progetti prossimi dell’amministrazione Milani.



La minoranza: Francesco Galli, Adele Gatti e Gianfranco Lavelli

Infine, una ulteriore puntualizzazione è arrivata sul progetto del Centro di Raccolta Differenziata: “Si accenna ad un intervento di Silea come finanziatore, ma viene spontaneo chiedersi se sarà a fondo perduto o se il Comune di Airuno dovrà farsi carico di una parte” ha sottolineato Lavelli, domandando quanto costeranno poi gestione ed amministrazione del nuovo sito.
In merito alla questione Retesalute, per cui l’assessore Rossi ha annunciato che sono stati chiesti all’Azienda Speciale dei chiarimenti e sono state fatte delle aggiunte alla bozza di procedura di scioglimento, il capogruppo di minoranza ha spiegato il punto di vista di Progetto Comune, domandando di poter avere in anticipo rispetto al prossimo consiglio la documentazione. “Riteniamo che anche Airuno debba sostenere la decisione che l’assemblea dei soci è orientata a prendere, a favore della salvaguardia delle attività che l’azienda svolge sul territorio”. Riallacciandosi all’argomento Retesalute, l’assessore Claudio Rossi ha ribattuto: “Piacerebbe anche a noi avere i dati in anticipo, spesso vengono comunicati in diretta durante l’assemblea, e riteniamo questo comportamento inaccettabile. Al momento c’è una proposta di delibera alla quale abbiamo fatto le nostre osservazioni”.
Perplessità della minoranza anche sul progetto di riqualificazione della piazza di Aizzurro, per cui si teme che i lavori vadano a togliere spazio ai già pochi posti auto presenti.  Facendo lettura delle intenzioni di voto, i tre esponenti di Progetto Comune Galli, Lavelli e Gatti si sono dunque dichiarati contrari. 
A sorpresa, come già anticipato, anche il consigliere Bruno Ferrario, con delega allo sport, ha esposto una dichiarazione: “Premesso che in alcun modo è venuta a meno la fiducia nell’amministrazione guidata dal sindaco Alessandro Milani e che continuo costantemente il mio impegno affidatomi dai cittadini airunesi, dichiaro la mia astensione rispetto al DUP 2021-2023 presentato oggi dalla Giunta. Pur ritenendo valido l’insieme generale delle opere che andiamo a svolgere, ritengo che non ci sia un cambio di passo riguardo la tematica sportiva, specialmente inerente la realizzazione della nuova palestra. Con il mio voto di oggi, sollecito la Giunta a perseguire questo obiettivo prioritario per la comunità sportiva airunese, come descritto nel programma elettorale”. Il consigliere Ferrario, che aveva già anticipato le intenzioni all’amministrazione Milani, ha dunque votato con l’astensione così da dare un segnale, una scossa, chiedendo un cambiamento concreto.
Il DUPS e la nota di aggiornamento al bilancio sono dunque stati resi immediatamente eseguibili con il voto contrario della minoranza e l’approvazione del resto del consiglio ad eccezione di Ferrario.
G.Co.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco