Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 420.331.016
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Giovedì 25 marzo 2021 alle 15:36

Risposta a Mario

Gent. Sig. Mario,
se non erro, nelle RSA le vaccinazioni sono partite e stanno dando anche buoni risultati.
Come a tutti gli anziani, a loro viene somministrato il vaccino PFIZER, e non l'ASTRA ZENECA, dato invece ai professori.
Un problema delle vaccinazioni per gli anziani, mi sembra di capire, è anche l'incapacità di alcune strutture a gestirle nei giusti tempi e modi, causando notevoli ritardi.
E' vero, alcuni ragazzi sono nei parchi, li vedo anche io.
Noterà però che perlopiù sono bambini e ragazzini di elementari e medie, gli stessi che fino a tre settimane fa hanno tranquillamente frequentato la scuola in presenza.
Io mi riferisco agli studenti delle scuole superiori per i quali NESSUNO si è speso, e che nessuno considera, tanto sono giovani, tanto se la cavano, tanto sono autonomi... tante belle scuse per non occuparsene.
Io, che ho la fortuna di poter lavorare, lascio da mesi, tutti i giorni mia figlia di sedici anni, quindi minorenne, da sola a casa davanti ad uno schermo. Questa è la sua scuola.
E meno male che ci sono questi bravissimi professori che, dal nulla, si sono reinventati stanno facendo di tutto per poter fare lezione. Ma non è la stessa cosa.
In alcuni Paesi europei, dove hanno capito che la scuola è FONDAMENTALE per il futuro, anche con il lockdown hanno tenuto TUTTE le scuole aperte.
Lungimiranza? Anche.
Allora poi però non lamentiamoci più perché siamo indietro, perché tutti fuggono all'estero, perché non abbiamo le persone capaci, perché non ci considerano un Paese degno di essere ascoltato.
Siamo noi a volerlo, o meglio, i nostri fantastici governi, tutti.
Cordialmente
Lorena
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco