Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 406.152.737
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 03/08/2021
Merate: 11 µg/mc
Lecco: v. Amendoa: 8 µg/mc
Lecco: v. Sora: 18 µg/mc
Valmadrera: 9 µg/mc

Scritto Mercoledì 24 marzo 2021 alle 19:25

Olgiate: chiuso il centro vaccinale, sindaci sul piede di guerra. 'Un'ingiustizia, senza motivazioni valide prepariamo un esposto'


Da sinistra Alessandro Milani (Airuno), Federico Airoldi (Brivio), Giovanni Battista Bernocco (Olgiate),
Stefano Motta (Calco), Peter Sironi (La Valletta Brianza) ed Efrem Brambilla (Santa Maria Hoè)

Si è conclusa da poco la conferenza stampa convocata dai Comuni afferenti al Presst (presidio socio sanitario territoriale) dell'olgiatese a seguito della repentina chiusura del centro vaccinale avvenuta quest'oggi alle 13. I sindaci hanno espresso rammarico e indignazione nei confronti della decisione presa senza preavviso da Ats Brianza, che da un giorno all'altro ha dirottato altrove gli anziani che avevano già ricevuto una prenotazione per sottoporsi al vaccino presso il centro allestito nella sala civica di viale Sommi Picenardi di Olgiate, senza neppure fornire alcuna comunicazione ufficiale e tanto meno le motivazioni dietro alla scelta.


CLICCA QUI PER LA REGISTRAZIONE DELLA DIRETTA VIDEO

Se non riceveranno chiarimenti, i primi cittadini di Olgiate, Calco, Brivio, Airuno, Santa Maria Hoè e La Valletta si sono detti pronti a preparare un esposto alla Procura della Repubblica. Il centro vaccinale olgiatese, entrato in funzione venerdì 19 marzo, ha somministrato le prime dosi fino alle 13 di quest'oggi per un totale di circa 500 anziani su una previsione di 1.200 vaccinati. Le rimanenti 700 persone che avrebbero dovuto recarsi ad Olgiate per ricevere la prima dose nei prossimi giorni sono invece stati rimandati ad altri centri vaccinali, con date fissate dopo la metà di aprile.
Più tardi Il servizio completo della conferenza stampa.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco