Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 390.102.396
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 15/04/2021
Merate: 17 µg/mc
Lecco: v. Amendoa: 11 µg/mc
Lecco: v. Sora: 10 µg/mc
Valmadrera: 11 µg/mc
Scritto Sabato 06 marzo 2021 alle 11:42

Paderno: adotta la famiglia chiude il 2020 con aiuti per 30mila euro a decine di famiglie

I risultati ottenuti dall'iniziativa "Adotta una famiglia" nel corso dell'anno 2020 fanno emergere ancora una volta la generosità e l'altruismo, in un anno decisamente difficile, dei cittadini padernese.
La consistente cifra di 20.172,45 euro è stata destinata al progetto grazie ai buoni spesa erogati dallo stato attraverso il decreto "Cura Italia", ma un inaspettato successo ha riscosso la raccolta locale di "per l'emergenza COVID-19" che si è articolata in tre diverse forme: il classico versamento tramite bonifico bancario, le cassette per la raccolta di offerte dislocate in alcuni punti vendita, più lo strumento innovativo del crowdfunding. Quest'ultimo infatti, nonostante non rappresentasse uno dei metodi più tradizionali, ha permesso di raggiungere sulla piattaforma di Rete del Dono una modesta fascia di popolazione.
La raccolta padernese (9.978,93 euro) sommata all'incasso derivante dai buoni spesa ha portato ad una disponibilità totale di 30.150,78 euro. Una parte dei quali (23.706,40 euro), dopo esser passata al vaglio di assistente sociale, assessorato dei servizi alla persona e Caritas, è stata spesa sotto forma di puri buoni spesa che hanno permesso di aiutare fino ad ora 47 famiglie, ovvero 176 persone. Oltre che per i buoni, il denaro è stato utilizzato per acquistare alimenti per le borse spesa, per il pagamento di utenze ed alcune spese sanitarie di emergenza.
La disponibilità rimanente (7.368,16 euro) che attualmente risulta essere 6.444,38 è stata destinata a una serie di esigenze che si sono fatte più allarmanti durante la seconda fase della pandemia: pagamento di utenze e soprattutto possibile finanziamento di corsi specifici volti all'inserimento al lavoro. Con la rimanenza l'intenzione è quella di valutare la possibilità di pagare eventuali spese scolastiche.
Ogni primo sabato del mese si tiene la raccolta viveri presso la coop La fratellanza con un volontario che lascia ai clienti un foglietto con scritti i beni di prima necessità da inserire nelle borse spesa per le famiglie in difficoltà.
F.Fu.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco