Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 413.918.842
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Venerdì 05 marzo 2021 alle 18:52

Dai responsabili agli indispensabili

Caro direttore,
siamo ad anno dal primo lockdown e sembra di essere tornati alla casella 1 del gioco dell'oca.
Un anno fa eravamo chiusi in casa ed alcuno pensava di mandare i figli a scuola.
Ora invece, con le attivita' lavorative aperte, il primo dpcm del governo draghi ha copiato quelli precedenti sancendo che le scuole devono rimanere aperte per i figli del personale sanitario e dei lavoratori INDISPENSABILI.
Informazione riconfermata dal governo ieri con una nota.
Bella li'!
Ovvio che qualsiasi genitore che lavora e' indispensabile: da chi guida un autobus a chi ha un negozio che puo' stare aperto, dal pompiere a chi fa' le consegne a domicilio.
Qualsiasi scuola della nostra regione deve quindi riaprire lunedi' (dopo che ha chiuso ieri) per i figli dei lavoratori INDISPENSABILI, che ad ora non si capisce chi siano.
Fatto 100, quale scuola puo' stabilire al venerdi' 5 quanti alunni avra' lunedi' mattina 8 e
come puo' avvisare le famiglie?
Quanti insegnanti o bidelli far rientrare?
Come organizzare l'insegnamento?
Allego qualche estratto da un articolo di tecnicadellascuola.it. (CLICCA QUI)

Buona caccia!
Pietro Terragni
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco