• Sei il visitatore n° 507.219.383
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 03 marzo 2021 alle 18:30

Non basta un euro ''irreversibile'' per far avanzare l’Europa

E’ da tempo che l’Europa sembra ferma.
Prendete il caso dei vaccini.
Ma perché l’ Europa non ha  subito deciso di provarci anche lei a fare un vaccino anti-COVID suo come hanno fatto tutti i piu’ grandi paesi del mondo?
Ne aveva e ne ha tutte le capacità di R&S, di ingegnerizzazione e di produzione.
Sarebbe stata un’occasione d’oro per far fare all’Europa un passo avanti e dimostrare al mondo le capacità scientifiche e industriali di cui dispone.
E invece siamo solo stati capaci di accodarci alla fila dei paesi piccoli o medio-piccoli che hanno firmato contratti con le multinazionali dei farmaci per prenotare gli enormi quantitativi di vaccino di cui hanno bisogno.
Non meravigliamoci però se le prime forniture se le accaparra Biden per i suoi cittadini in nome di un comprensibile “prima gli americani”.
Sono invece certo che se “Mario” fosse stato al posto di “Ursula” questa occasione per l’Europa non se la sarebbe fatta scappare.
Anche se devo dire che Draghi nel suo discorso d’insediamento mi è sembrato fin troppo parco di parole quando ha parlato di Europa limitandosi a sottolineare l’irreversibilità dell’EURO.
Troppo poco per un’Europa che voglia farsi valere nel mondo.
Almeno qualche parola la doveva dedicare ai grandi progetti abbandonati dalla Costituzione EUROPEA alla Comunità Europea di Difesa (entrambi affossati dai nostri amici francesi).
Ed è paradossale che proprio il francese Macron si presenti oggi come il più europeista dei capi di stato dell’Unione !!
Senza Costituzione e senza un proprio Esercito l’Europa resta purtroppo quella del 1945 con paesi vincitori con la bomba atomica (la Francia) e paesi vinti con presenti ancora truppe di occupazione americane (la Germania e l’Italia)
Un’Europa dunque con un €uro IRREVERSIBILE ma anche IRRILEVANTE da ogni altro punto di vista.  
Dicevano gli antichi romani che “non progredi, regredi est” e cioè: guardate che stare fermi equivale ad andare indietro.
Purtroppo l’Europa non sta neanche ferma ma sta già arretrando.
Basta pensare alla BREXIT !!
Antonio Conrater
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco