Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 413.689.314
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Giovedì 25 febbraio 2021 alle 16:32

Gli studenti del Pointinger a lezione di educazione civica

Il mondo dei ragazzi e quello degli adulti a confronto sul tema del vandalismo. É stato questo il fulcro dell'incontro organizzato dall'istituto di La Valletta Brianza Don Piero Pointinger lo scorso martedì, che ha coinvolto la 1^ A della secondaria ed il sindaco di Santa Maria e presidente dell'Unione dei Comuni Efrem Brambilla, ospite della classe. L'occasione è stata una lezione di educazione civica, voluta dalla professoressa  Claudia Fumagalli, docente di lettere dei 18 ragazzi che durante le due ore del tempo prolungato hanno avuto modo di riflettere con il primo cittadino in un dialogo aperto. Lo svolgimento dell'evento è stato possibile grazie al bel tempo, che ha permesso alla classe, all'insegnante e a Brambilla di dialogare all'aria aperta, nel cortile della scuola.


"Quest'anno è stata introdotta la novità del voto in educazione civica" ha raccontato la prof Fumagalli "e per il progetto del 2020/2021 ho voluto iscrivere ai ragazzi al campionato di giornalismo, promosso annualmente un quotidiano." Facendo combaciare la necessità di fare lezione sull'educazione civica e quella di scrivere gli articoli da presentare al concorso, la classe  ha iniziato un percorso incentrato proprio sugli atti di vandalismo, prendendo spunto dal fatto che durante la notte di Capodanno, Santa Maria Hoè è stata presa di mira da alcuni teppisti che hanno danneggiato auto e arrecato danni ad un locale (CLICCA QUI per leggere l'articolo). Dopo un lavoro iniziale sul termine, il suo significato e alcune possibili soluzioni, i ragazzi hanno scritto un tema con le informazioni raccolte, organizzandosi in gruppi pur mantenendo il distanziamento grazie alle piattaforme online. Il passo successivo è stato quello di redigere un'intervista, scegliendo come personaggio proprio il sindaco Brambilla, che da sempre ha a cuore questa tematica. Il pomeriggio è così trascorso tra domande, curiosità e racconti. "Il nostro ospite ci ha spiegato la tematica affrontandola dal punto di vista locale, fornendo numeri e dati e azioni del Comune" ha raccontato la prof, elogiando la classe per l'attenzione e la partecipazione. Il punto centrale della discussione è stato proprio l'importanza della prevenzione, che svolge un ruolo cruciale insieme alla famiglia per i ragazzi. "Certo, servono anche le videocamere, il controllo di vicinato e il pagamento dei danni, ma la vera soluzione è educare i giovani e crescere dei cittadini che non commettano questi atti, perchè capiscono il senso dello stato e del bene pubblico" ha concluso la professoressa Fumagalli.
G.Co.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco