Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 382.691.114
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 04/03/2021
Merate: 53 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 42 µg/mc
Lecco: v. Sora: 32 µg/mc
Valmadrera: 39 µg/mc
Scritto Sabato 20 febbraio 2021 alle 22:03

Cernusco, Covid: in 5 giorni altri 18 casi. L'appello del sindaco alla responsabilità

Un aumento preoccupante dei contagi nel giro di pochi giorni che fanno propendere per la necessità di tornare ad avere la massima cautela e ad alzare nuovamente la soglia di attenzione.

Il sindaco Giovanna De Capitani nell'aggiornamento odierno sulla situazione Covid a Cernusco, tra l'altro uno dei più dettagliati e puntuali che vengono forniti alla popolazione che è così attenzionata in maniera precisa dello stato di fatto, evidenzia la crescita delle persone che hanno contratto il virus o che, rimaste a contatto con qualcuno di positivo, si trovano in isolamento domiciliare.

È un appello dunque alla prudenza, quello del primo cittadino, e al senso di responsabilità che deve partire avendo ancora più a cuore le fasce deboli e fragili, esposte maggiormente alla possibilità di contagio.

Cari cittadini, buonasera.
Mi preme condividere con Voi la seria preoccupazione per il recente sviluppo dei contagi a Cernusco in rapida ascesa quotidiana.
Rispetto alla mia comunicazione di lunedì 15 febbraio, dove si rilevavano 29 casi in isolamento domiciliare, la situazione ad oggi 20 febbraio, trasmessa da ATS attraverso la Prefettura, segnala n. 47 casi di cittadini in isolamento di cui n. 28 risultano covid positivi conclamati e tra questi ci sono anche n. 8 minori. Le restanti 19 persone sono in quarantena per contatto stretto con contagiati o perché manifestanti i primi sintomi e in attesa di esiti da tampone.
Oltre alla Scuola dell’Infanzia, che abbiamo deciso di chiudere per tutta la passata settimana in accordo con la Direzione e la coordinatrice, sono attualmente due le classi della scuola primaria in isolamento a casa.
Questa mattina i bambini delle classi in quarantena della scuola dell’infanzia e gli alunni delle due classi della scuola primaria con i relativi docenti sono stati convocati per effettuare il tampone molecolare, presso il presidio di Lecco, i cui esiti saranno disponibili con probabilità già dalla serata di domani. Tale screening intende valutare ed arginare un potenziale focolaio nelle scuole al fine di garantire il rientro in sicurezza di bambini ed alunni al termine della quarantena.
E’ necessario che tutti i cittadini prendano seriamente coscienza dei rischi ancora alti legati alla diffusione del virus con le relative varianti, che rendono in questo momento più aggredibili i bambini rispetto alla prima ondata. Senso di responsabilità e rispetto delle regole devono vedere tutti noi impegnati verso l’unico obiettivo di arginare e debellare questa pandemia. Tutto questo è importante soprattutto in relazione all’inizio della campagna vaccinale, per non vanificare proprio adesso il grande sforzo da tutti profuso.
Anche tutte le agenzie educative del territorio comprese società sportive, ricreative e parrocchiali devono alzare nuovamente con rigore la soglia di attenzione e sorveglianza durante le loro attività. Solo l’unità di intenti da parte di tutti può garantire un percorso rapido e sicuro verso l’immunità dal virus.
Allego alcuni grafici esplicativi del contesto di contagio attuale per una migliore comprensione da parte vostra.
Alla data odierna abbiamo un dato storico di cittadini contagiati a Cernusco che corrisponde a 207 persone dall’inizio della pandemia, il cui inizio è databile ormai ad un anno fa. Se raramente il contagio tra i bambini provoca situazioni sanitarie allarmanti, la trasmissione ai famigliari e alle persone anziane può diventare preoccupante e con conseguenze gravi per la loro salute. Dobbiamo purtroppo segnalare anche alcuni cittadini attualmente ricoverati.
Chiedo a tutti il massimo impegno, anche in ambito domestico e famigliare, nell’osservanza di tutte quelle regole che ormai devono far parte, nostro malgrado, di un quotidiano e corretto comportamento relazionale. Un ringraziamento particolare alle famiglie, ai docenti e al personale scolastico coinvolto per la collaborazione dimostrata.
 
Un cordiale saluto
 
Giovanna De Capitani
Sindaco


© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco