Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 382.691.521
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 04/03/2021
Merate: 53 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 42 µg/mc
Lecco: v. Sora: 32 µg/mc
Valmadrera: 39 µg/mc
Scritto Sabato 20 febbraio 2021 alle 19:17

Merate: decine di mascherine in piazza per la festa di carnevale…che non c'è

Un anno fa come oggi il carnevale veniva annullato a causa dell'insorgere dell'emergenza mondiale da coronavirus. La scoperta del paziente infettato a Codogno, le chiusure dei primi focolai e poi il lockdown generale con un paese messo a ferro e fuoco da un virus tanto sconosciuto quanto aggressivo.
Feste, tornei, manifestazioni, eventi, matrimoni. Tutto cancellato. Gli stessi funerali ridotti ai minimi termini con solo il sacerdote e gli addetti alle onoranze funebri.

A un anno di distanza siamo ancora in trincea, con paesi in zona rossa a macchia di leopardo, la curva dei contagi che sale e scende, i morti ci sono ancora ma fortunatamente non come l'apocalisse dello scorso anno, e la novità ora è il vaccino che è in fase di somministrazione.
Galleria immagini (clicca su un'immagine per aprire l'intera galleria):

Quest'oggi, ultimo giorno prima dell'inizio della Quaresima, nonostante non ci fosse nulla di "organizzato" sono state diverse decine le famiglie che si sono riversate in piazza con i bambini mascherati e "armati" di coriandoli e stelle filanti.

 

Dal primo pomeriggio e fino alle 18 inoltrate è stato un andirivieni di costumi colorati, da batman alla fatina, dall'intramontabile zorro fino al leone con tanto di criniera e coda, che si rincorrevano probabilmente felici di avere ritrovato un po' di socialità.

 

Non sono mancati, però, gli sguardi preoccupati di tanti che si sono trovati a passare per il centro e che osservando la quantità di gente in piazza, forse non più abituati a questi momenti, hanno preferito tirare dritto e non fermarsi. Perchè la paura per un virus non ancora debellato è e resta alta.

S.V.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco